Coronavirus: l’azienda umbra DeWalt mette in campo misure straordinarie per la sicurezza dei dipendenti

L'umbria che eccelle: task force d'intervento, potenziamento problem solving, dispenser con fotocellula, numero diretto con medico aziendale, mensa chiusa al personale esterno

La lotta al Coronavirus passa anche attraverso l’eccellenza e l’organizzazione di una azienda di Corciano, la DeWALT Industries Tools Spa, del gruppo StanleyBlack&Decker, che ha saputo realizzare e anticipare eccezionali misure e modelli di prevenzione e di sostegno sanitario-piscologico nei confronti dei dipendenti.

Le misure prese dalla DeWALT, che conta nello stabilimento umbro 220 dipendenti, rappresentano un modello per molte aziende della regione e per gli altri siti del gruppo ancora non massivamente toccati dal Covid-19.

Task force interna, ampliamento del problem solving e una serie di contromisure tempestive: l’azienda umbra si è preparata così all’emergenza. “Quando abbiamo saputo dell’espansione così virulenta del virus in Cina, dove la nostra compagnia ha siti produttivi significativi – spiega Cesare Ceraso, managing director della DeWALT Industries Tools – abbiamo intuito che la domanda da farsi non era se, ma quando toccherà anche a noi. Abbiamo quindi deciso di prepararci secondo l’assioma che chi reagisce già parte secondo”.

Il primo passo, quando il virus dilagava ancora solo in Cina, è stata costituita una task force per rispondere all’impatto, sul business aziendale, della mancanza dei componenti necessari a realizzare i prodotti della DeWALT provenienti proprio dai fornitori cinesi. “Poi – prosegue Ceraso – abbiamo allargato il problem solving disegnando lo scenario peggiore, cioè l’arrivo del virus nel nostro Paese, con l’approccio “agile” e gli strumenti tipici della metodologia “lean” già impiegati nella gestione dei problemi aziendali”.

L’azienda di Corciano ha quindi attivato alcune contromisure, a cominciare dalla installazione dei dispenser con fotocellula per consentire al personale di disinfettarsi sia all’entrata che all’uscita dal posto di lavoro. È stato messo a disposizione dei dipendenti un numero di telefono diretto con il medico aziendale per rispondere, in determinate fasce orarie, alle richieste di informazione circa il Coronavirus, oltre ai comportamenti corretti da tenere durante l’attività lavorativa e non solo. Adottati anche altri provvedimenti: dall’azzeramento delle trasferte all’accesso allo stabilimento consentito al solo personale DeWALT.

“Inoltreci siamo dotati dei termometri con termo scanner, istruendo anche il nostro servizio di vigilanza sul loro utilizzo – continua Ceraso – Abbiamo redatto un piano sui ‘critical roles’ dove in caso di contagio di una risorsa apicale abbiamo subito previsto il suo backup, che ovviamente deve rispondere a determinati requisiti, come il fatto di non appartenere alla stessa zona di residenza. Abbiamo incentivato lo smart working per circa il 15% del personale, che a breve aumenterà al 30%, riducendo contestualmente i meeting fisici e adottando soluzioni tecnologiche per la videoconferenza. Abbiamo chiuso la sala mensa al personale esterno, organizzando i tavoli in modo da limitare i contatti fisici tra i dipendenti ed eliminando il self-service, evitando così che una persona potesse entrare in contatto con posate o cibi diversi da quelli scelti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Apprezzamento per i protocolli di sicurezza è arrivato anche dai partner internazionali e dalle sigle sindacali, che hanno partecipato proattivamente alle riunioni di gestione dell’emergenza insieme alla nostra task force.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento