Dossier Umbria, non è una Regione per artigiani, commercianti e professionisti: vince il posto fisso

L'analisi dell'Inps su pensioni e crisi economica. Tra tasse, calo dei consumi e concorrenza sia in attività che in riposo gli autonomi soffrono

Che l'Italia non sia un Paese, Umbria ovviamente compresa, per Partite Iva (artigiani, commercianti e anche alcune categorie di professionisti) lo dimostra anche il dossier dell'Inps con focus sull'Umbria. La crisi ne ha falciati tantissimi, costretti a chiudere anche per via della tassazione e scarsa considerazione istituzionale, falciando anche tanti posti di lavoro in una Regione che vive(va) di piccole e piccolissime imprese.

In Umbria il posto fisso nel pubblico è il paradiso - nonostante stipendi in media intorno ai 1300 euro per i livelli più bassi - per la mensilità assicurata e anche per una pensione nettamente superiore agli altri. Essere dipendenti, anche nel privato, equivale ad un purgatorio (rischio licenziamento alto, precarietà ma pensione migliore rispetto agli autonomi). All'inferno - secondo i dati - negli ultimi 10 anni (la crisi infinita in Umbria) sono finiti invece piccoli e medi commercianti, imprese edili, artigiani, rappresentanti (netto il calo dei consumi), addetti delle professioni comunicazione e marketing e professionisti (avvocati in prima linea).

Nel dossier Umbria, l'Inps analizza ovviamente le pensioni: l’importo medio mensile di una pensione di un lavoratore dipendente privato è intorno a 1.000 euro, mentre la pensione media di un autonomo è di circa 778 euro. Tra i 1200-1300 euro quella di un funzionario pubblico senza tanti gradi. La sprorzione non è semplicemente determinata dalla minore o maggiore contribuzione durante il periodo lavorativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inps dossier su pensionati e redditi comunitari ed extracomunitari: importo assegni

Ma ad arrivarci alla pensione per gli autonomi e le partite Iva sarebbe già un successo. I numeri Inps sulla chiusura delle attività parlano chiaro: gli artigiani sono passati da 27.781 a 27.255 (meno 526), commercianti da 32.940 a 32.707 (meno 238). In leggero calo anche gli autonomi in agricoltura. Diminuiscono le attività industriali (-1,6%) e le imprese di costruzioni (-2%). Non è un Paese e una Regione dove inventarsi un mestiere, spesso tradizionale, ti fa arricchire. Anzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento