Economia

Consiglio comunale aperto sulla E/45: ecco perchè il pedaggio per gli umbri è (quasi) certo

Alla Sala dei Notari si è svolto il consiglio comunale aperto sul progetto di trasformazione in autostrada della E/45 dopo il voto favorevole anche della Regione dell'Umbria. Cittadini, associazioni e comitati dicono no. Confermate le cifre record sul pedaggio e poi c'è il caso dell'autostrada "gemella" in Lombardia dove di esenzioni non c'è traccia per i residenti

Non c'è partita tra chi vuole la E/45 trasformata in autostrada (tutto il tratto Orte-Mestre) e chi invece preferisce utilizzare le risorse per mettere in sicurezza l'attuale tratto di superstrada per tutelare paesaggio, risorse pubbliche ed evitare un pedaggio umbro sicuro al 99,9 per cento. Se al Consiglio aperto sul progetto di Perugia - si è svolto alla Notari alla presenza della Giunta Romizi - si fosse votato (politici a parte) i cittadini al 100 per cento avrebbero ribadito il loro "no" all'autostrada.

Non a caso non c'è stato nessun intervento a favore del progetto. Nessuno da Confindustria, nessun cavatore, cementiere o sodale presente. La platea e il palco sono stati conquistati tutti da semplici cittadini - studenti in primis - e associazioni e comitati civici. La richiesta alle istituzioni perugine - molto apprezzate per aver voluto mettere in piedi un Consiglio comunale aperto su un tema non facile e con molti poteri forti in agguato - è stata unanime: "Deliberate con atto ufficiale il vostro no al progetto-truffa che penalizzerà le imprese e i lavoratori, renderà meno appetibile a livello turistico l'Umbria e farà sprecare tante risorse pubbliche che invece servono per gli enti locali e per sostenere welfare e arginare il rischio idrogeologico in Umbria". E' questa la sintesi di tutti gli interventi. Non a caso il Comitato "No E/45 trasformata in autostrada" ha raccolto qualcosa come 8mila firme.

Certo la motivazione della tutela del paesaggio umbro è e resta la più forte, ma il no al progetto viene alimentato anche dall'incubo pedaggio per imprese, cittadini e lavoratori pendolari. Un pedaggio che la Regione ha più volte detto di voler abolire per chi è residente in Umbria ma spetta al Governo e ad oggi tutti i dati e i precedenti sembrano andare contro la richiesta della Giunta regionale. Infatti, come emerso dal Consiglio grande, l'autostrada sarebbe finanziata con 10 miliardi di euro da privati - project financing - che poi coprirebbero l'investimento esclusivamente con il pedaggio. Ma dare l'esenzione agli umbri vuol dire far saltare il banco: il 70 per cento del traffico sulla E/45 è fondato su chi vive e lavora in Umbria. La percorrenza media delle merci che partono dalla nostra regione è di 70 chilometri e difficilmente vanno fuori dai confini nostrani. Tutti dati del Ministero dei Trasporti (2011). 

consiglio grande-1-2

In più c'è un precedente molto recente che sembra affossare definitivamente la possibilità di zero pedaggio: in Lombardia, questa estate, è stata aperta al traffico l'autostrada Bre-Be-Mi (Brescia, Bergamo Milano) finanziata da privati come dovrebbe avvenire anche per la E/45. In questo caso nessuna esenzione e addirittura un biglietto più caro del 30 per cento rispetto alle altre arterie a pagamento. 

Detto tutto questo, sulla base del project financing degli investitori privati, è necessario ricordare agli umbri le ipotesi di tariffe su una eventuale E/45 trasformata in autostrada tenendo conto un costo al chilometro di 0,15225 per i veicoli leggeri e 0,29757 per i mezzi pesanti chiaramente scritto nel programma di investimento.

PER LE AUTO

Da Perugia a Umbertite (4,57 euro) - Perugia-Todi (6,85 euro) - Perugia-Città di Castello (7,61 euro) - Perugia-Terni (12,03)

PER I MEZZI PESANTI 

Da Perugia a Umbertite  (8,93 euro) - Perugia-Todi (13,39) - Perugia-Città di Castello (14,88 ) - Perugia-Terni (23,51)

Ovviamente per far abbassare questi pedaggi ipotetici sarebber necessario un contributo pubblico che poi sarebbe fatto pagare sotto-forma di tagli agli enti locali e quindi indirettamente ai cittadini. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale aperto sulla E/45: ecco perchè il pedaggio per gli umbri è (quasi) certo

PerugiaToday è in caricamento