Coronavirus, il pranzo di Pasqua e Pasquetta si cucina a casa. Ecco il sito online dei prodotti della tradizione

Per valorizzare il made italy e l'economia locale  Cia-Agricoltori Italiani Umbria ha lanciato una proposta per non perdere le tradizioni gastronomiche regionali

Con i ristoranti e gli agriturismi chiusi, il pranzo di Pasqua al tempo del Coronavirus si prepara a casa propria e si consuma nell’intimità famigliare. Per valorizzare il made italy e l'economia locale  Cia-Agricoltori Italiani Umbria ha lanciato una proposta per non perdere le tradizioni gastronomiche regionali. Ecco il portale https://iprodottidalcampoallatavola.cia.it, con 800 aziende agricole in tutta Italia e oltre 20 in Umbria a oggi (ma le iscrizioni sono in continuo aumento). Basta collegarsi, cercare l’Umbria e scegliere l’azienda più vicina da contattare per compiere gli ordini. Tantissimi i prodotti disponibili: dalla verdura di stagione alle uova bio, dalle farine speciali ai legumi tipici del territorio, ma anche carni bovine e pollame, formaggi, confetture e frutta a km0. E poi ancora lo zafferano umbro, l’olio extravergine d’oliva e i vini del territorio. Tutto il sapore e le genuinità delle nostre eccellenze agroalimentari a portata di click, senza uscire da casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Consegniamo i prodotti nel raggio di 20 km, - ha raccontatop Patrizia Bittarelli dell'omonima azienda agricola che si trova a Castiglione del Lago che è una delle aziende agricole inserite nel sito - Ma ho avuto richieste anche da Torino e Modena, e allora ci siamo organizzati con un corriere, dividendo i costi di spedizione con il cliente. I prodotti più richiesti sono la fagiolina del Lago Trasimeno, presidio slow food, e le nostre farine. Ne abbiamo diverse varietà: Senatore Cappelli, Verna, Bologna, farro, mais e anche la farina di ceci. Tutte macinate a pietra e quasi sempre bio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Linea Verde Life fa tappa a Perugia ed elogia l’Antica Latteria di via Baglioni (le immagini)

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento