rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Economia

Perugia scelta da Acacia Group per l’edizione 2022 dell’Economic Challenge

Presenti anche il ministro Giancarlo Giorgetti e Giulio Tremonti. Coordina Nicola Porro. Giovedì 15 settembre alle 16 al teatro Morlacchi confronto tra imprese, banche e istituzioni

Nell’anno che ha visto il ritorno in grande stile degli eventi di rilievo internazionale dopo il biennio di stop forzato causato dalla pandemia, anche il capoluogo umbro torna a essere protagonista con un evento ambizioso targato Acacia Group che, con il patrocinio di Regione Umbria, Comune di Perugia e Camera di Commercio, è organizzatrice dell’Economic Challenge 2022 di giovedì 15 settembre al Teatro Morlacchi di Perugia, che vedrà una pubblico di oltre 500 partecipanti confermati.
 

Numerosi gli ospiti d’eccezione, rappresentanti di spicco del mondo bancario e imprenditoriale e personalità istituzionali, che accompagneranno gli oltre 500 partecipanti a comprendere e interpretare il complesso scenario economico attuale attraverso la discussione mediata dal giornalista Nicola Porro.
 

È, infatti, proprio la creazione di un prezioso momento di incontro e confronto su temi economici e imprenditoriali  l’obiettivo di questo evento per l’Umbria, regione che insieme alle Marche vuole guadagnare un ruolo da protagonista nello scacchiere industriale italiano, forte della propria cultura e posizione geografica, per andare oltre il concetto di sola meta turistica.
A conferma della rilevanza nazionale dell’evento basti citare alcuni dei relatori che saranno presenti: dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, all’ex ministro delle Finanze e vicepresidente della Camera Giulio Tremonti, ai presidenti delle Regioni Umbria, Donatella Tesei, e Marche, Francesco Acquaroli, alla presenza di Confindustria Umbria e Marche con Simone Cascioli e Claudio Schiavoni insieme agli assessori per lo sviluppo economico e infrastrutture delle rispettive regioni Michele Fioroni e Francesco Baldelli.
 

Sarà proprio grazie all’esperienza diretta e alla visione delle figure imprenditoriali ospiti dell’evento che sarà possibile meglio comprendere il complesso quadro economico attuale.
 

“Nonostante l’indubbio periodo di crisi internazionale – commenta la presidente Donatella Tesei –, l’Umbria ha dimostrato in questi due anni, con i risultati in termini di Pil, export e disoccupazione, di avere la potenzialità per essere sempre più attrattiva verso chi vuol fare impresa e, per le sue peculiarità, di poter diventare bandiera di un modo di fare impresa sostenibile. Le politiche del governo regionale vanno proprio in questa direzione, creando condizioni abilitanti e cogliendo le opportunità del Pnrr, affinché chi vuole fare impresa nella nostra regione possa essere più competitivo che altrove. L’appuntamento organizzato da Acacia Group è dunque importante occasione per riflettere e fornire un apporto utile alla discussione in merito a queste tematiche, fondamentali per l’Umbria di oggi e di domani”.
 

“Un momento di confronto voluto per sviscerare, attraverso le testimonianze di amministratori, imprenditori e rappresentanti del mondo bancario, i punti critici e le sfide che attendono la sfera politica, quella dei manager e degli imprenditori – afferma Francesco Pace, presidente di Acacia Group e organizzatore dell’evento –. Un’occasione unica per interpretare i megatrends necessari per costruire un futuro fatto di competenza, innovazione e coraggio in un momento difficilissimo per l’Italia”.
 

Sarà questa una grande occasione per Umbria e Marche di promuoversi quale punti di riferimento ed esempio di un fare impresa sempre più rivolto alla sostenibilità.


Programma e Relatori:
 

Ore 16.00 – Accredito Partecipanti

Ore 16.30 – Introduzione Nicola Porro – giornalista e conduttore televisivo (moderatore)

  • Saluti Istituzionali Andrea Romizi – sindaco di Perugia
  • Giancarlo Giorgetti – ministro Sviluppo economico

Sviluppo e Sostenibilità: il PNRR opportunità unica ma non replicabile per la ripresa delle imprese
 

Ore 17.00 – La visione territoriale

  • Donatella Tesei – presidente Regione Umbria

Competitività d’impresa e infrastrutture: rischi e opportunità del piano infrastrutturale della Regione Umbria

  • Francesco Acquaroli – presidente Regione Marche

Macro-area centro Italia: opportunità o minaccia per lo sviluppo economico di due economie limitrofe.

  • Simone Cascioli – direttore Confindustria Umbria
  • Claudio Schiavoni – presidente Confindustria Marche

Fare impresa nei due territori: pro e contro.
Il dialogo tra le Regioni e l’evoluzione della macro area.

Ore 17.40 – Le risorse per il “sostenibile”

  • Alessandro Decio – Banco Desio
  • Dalla banca globale alla banca del territorio: la transizione nel modo di fare banca a supporto della sostenibilità
  • Vittorio Gaudio – Banca Mediolanum

Economia e Mercati Finanziari: la consapevolezza di trasformazione del sistema economico conseguente alla pandemia ed alle tensioni geopolitiche.

  • Andrea Ragaini – Banca Generali

Il rapporto tra finanza sostenibile, asset e wealth management.
La nuova regolamentazione europea sulla finanza sostenibile.

Ore 18.10 – La visione di Imprenditori

  • Catia Bastioli – Novamont SpA

Sostenibilità, Bioeconomia e Transizione ecologica

  • Giulio Bonazzi – Aquafil SpA

Sostenibilità ed Economia Circolare: un paradigma di successo e destinato ad essere vincente

  • Giovanni Gasparini – Renco SpA

L’impegno delle imprese italiane nello sviluppo sostenibile dei Paesi emergenti: Africa, Middle-East, LatAm
 

Ore 18.45 – Uno sguardo all’ Europa

  • Giulio Tremonti – Aspen Institute/Studio Tremonti

Opportunità e vincoli di una Comunità Europea al bivio di un profondo cambiamento
 

Ore 19.15 – Investire in sostenibilità

  • Massimo Di Carlo – Cassa Depositi e Prestiti SpA

Le nuove sfide a sostegno di enti pubblici e imprese: Addizionalità, Sostenibilità e Competitività


Ore 19.30 – Transizione digitale: quale futuro?

  • Michele Fioroni – Ass. Sviluppo Economico Regione Umbria

La transizione digitale della PA quale driver dello sviluppo d’impresa; Convergenza tra autonomie e iniziative locali e linee direttrici nazionali

  • Francesco Baldelli – Ass. Infrastrutture Regione Marche

Mobilità sostenibile e direttrici di collegamento tra le due regioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia scelta da Acacia Group per l’edizione 2022 dell’Economic Challenge

PerugiaToday è in caricamento