Stacca a morsi l'orecchio della compagna, lui si difende: "Non volevo farle male", ma resta in carcere

Il gip non ha convalidato il fermo del macellaio eugubino di 31 anni accusato di lesioni personali gravissime, ma ha comunque applicato la custodia cautelare in carcere

Resta in carcere il 31enne originario di Gubbio che nella notte tra sabato e domenica, durante una trasferta a Cattolica insieme alla fidanzata, le ha staccato a morsi un orecchio al culmine di una lite tanto da procurarle l’amputazione subtotale del padiglione auricolare destro.

Questa mattina dinanzi al gip di Rimini, il 31enne indagato per lesioni personali gravissime e arrestato dai carabinieri nella sua abitazione di Gubbio, è stato interrogato alla presenza del suo difensore, l’avvocato Ubaldo Minelli. E proprio davanti al giudice ha voluto offrire  la sua versione in ordine alla ricostruzione di quella notte, spiegando  di non aver voluto intenzionalmente provocare una ferita tanto grave alla compagna. Dopo essere entrati in un locale di Cattolica, complice anche l'alcol e a seguito di una lite tra i due,  il 31enne le avrebbe morso l'orecchio ma senza rendersi conto del male che le avrebbe procurato. Questa è la sua versione di un'aggressione tanto immotivata quanto violenta ai danni della sua compagna che è stata costretta, a causa della grave ferita, a ricorrere subito alle cure del pronto soccorso. 

Lite furibonda tra due fidanzati umbri, stacca un pezzo di orecchio alla fidanzata: notte di follia a Cattolica

Intanto il gip non ha convalidato il fermo accogliendo la tesi della difesa che ha escluso il pericolo di fuga, ma ha comunque applicato la custodia cautelare in carcere ritenendo sussistente il pericolo di reiterazione del reato della stessa specie.  Dal canto suo la difesa domani depositerà ricorso al Riesame al tribunale della Libertà di Bologna (territorialmente competente) chiedendo un alleggerimento della misura con una meno afflittiva come il divieto di avvicinamento alla persona offesa o gli arresti domiciliari, ma con l'autorizzazione ad assentarsi da casa per andare al lavoro. 

Il compagno le stacca un orecchio a morsi, i medici le ricostruiscono il padiglione

La vittima, una donna di 35 anni, è stata prima ricoverata e poi sottoposta a un intervento chirurgico presso il Centro di riferimento della Usl Umbria 1 per il trattamento delle ferite difficili, situato all’ospedale di Assisi. Alla paziente - come aveva riferito una nota della stessa Usl – durante l’operazione le è stato ricostruito lo scheletro cartilageneo del padiglione auricolare e allestiti dei lembi dermocutanei per la copertura dello scheletro neoformato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento