rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Fermati in sella allo scooter rubato e con la targa di un altro motorino: a processo

I due imputati sono accusati di ricettazione del mezzo e dei targhini

Due persone, difese dall’avvocato Giorgia Ricci, sono finite davanti al giudice del Tribunale penale di Perugia per rispondere dell’accusa di ricettazione.

Per la Procura di Perugia i due imputati, entrambi del Gambia e di 23 e 26 anni, avrebbero “in concorso tra loro e con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso” acquistato o ricevuto “fuori dai casi di concorso nel reato di furto”, al fine di “trarne profitto, consapevoli della provenienza illecita dei beni” un ciclomotore MBK Booster” al quale sarebbe stata sostituita la targhetta identificativa con un’altra rubata e appartenente, quindi, a un altro mezzo.

I fatti contestati sono avvenuti a Perugia, per quanto riguarda lo scooter, il 30 agosto del 2020, mentre la targhetta sarebbe stata asportata nel 2018 nel corso del furto dell’altro motorino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermati in sella allo scooter rubato e con la targa di un altro motorino: a processo

PerugiaToday è in caricamento