Omicidio Luca Rosi, Boccali: "Comunità ferita da violenza bestiale"

Il Sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, prende la parola dopo la tragedia di Ramazzano, dove un tentativo di rapina in villa si è trasformato in un omicidio a sangue freddo

Wladimiro Boccali

Il sindaco Wladimiro Boccali interviene dopo il tentativo di rapina in villa a Ramazzano, alla periferia di Perugia, che si è trasformato in tragedia. Questo perchè Luca Rosi, figlio dei proprietari di casa, nel tentativo di difendere la sua famiglia è stato ucciso a sangue freddo davanti agli occhi attoniti del nipote di nove anni, con quattro colpi di pistola.

Sgomento e preoccupazione si avverte nel perugino, dove i cittadini si sentono sempre meno sicuri: "La nostra comunità è stata ferita da un atto di violenza bestiale e inaudita, tanto che facciamo fatica ad associarlo all'immagine di quel territorio"; ha detto Boccali.
 
Il sindaco, a nome di tutta una città, pretende giustizia per ciò che è accaduto venerdì sera a Ramazzano: "Emerge fortissima la richiesta di giustizia, perchè criminali simili non possono restare liberi, e naturalmente dobbiamo ragionare con le forze dell'ordine su come garantire sicurezza a questi piccoli centri e abitazioni isolate". Oggi il primo cittadino ha fatto visita ai genitori della vittima.

Guarda il video

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento