rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Magione

"Guai a chi passa nel corridoio di casa mia perché lo ammazzo", padre e figlio a processo per minacce e percosse

Un condomino sarebbe stato aggredito e picchiato

“Il corridoio condominiale è mio e decido io chi passa”. Padre e figlio sono finiti sotto processo con l’accusa di percosse minacce nei confronti di un altro condomino.

I due imputati, difesi dall’avvocato Daniele Belardoni, avrebbero, con diverse condotte, percosso un condomino “sferrandogli un pugno sulla testa, senza provocargli malattie nel corpo o nella mente” (questo il figlio), mentre il padre sarebbe accusato di avere “minacciato di un danno ingiusto” la vittima, proferendo le parole “adesso saliamo figli di put… se vi prendo vi ammazzo, guai a chi passa nel corridoio di casa mia perché lo ammazzo”.

Il condomino aggredito si è costituto parte civile tramite l’avvocato Emanuela Rondoni. I fatti sono avvenuti a Magione il 13 aprile del 2016.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Guai a chi passa nel corridoio di casa mia perché lo ammazzo", padre e figlio a processo per minacce e percosse

PerugiaToday è in caricamento