Città di Castello, la novità per abbattere le liste d'attesa: risonanze magnetiche fino alle 23

L'annuncio della Usl Umbria 1: "Esami fino alle 23, si prevede di aprire i servizi anche il sabato pomeriggio e la domenica mattina e pomeriggio"

Novità nella sanità umbra. Come spiega una nota della Usl Umbria 1, la Usl Umbria 1 "ha messo a punto un programma aziendale per l’abbattimento delle liste di attesa degli esami radiologici, in virtù del quale il servizio di radiologia dell’ospedale di Città di Castello, dalla metà di ottobre, amplierà i propri orari di apertura fino alle ore 23". Il tutto "sulla base del nuovo piano regionale per il governo delle liste di attesa deliberato lo scorso maggio". 

Attualmente il servizio di risonanza magnetica è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 20 e il sabato dalle ore 8 alle 14. Con la nuova articolazione oraria l'apertura nei giorni feriali verrà protratta fino alle 23 e si prevede di aprire i servizi anche il sabato pomeriggio e la domenica mattina e pomeriggio. Con l’incremento delle prestazioni effettuate si auspica un sostanziale abbattimento dei tempi di attesa.

“Un ulteriore impegno messo in campo per l’ospedale di Città di Castello – sottolinea il commissario straordinario Luca Lavazza - riguarda la sostituzione dell’apparecchiatura di risonanza magnetica attualmente in uso, ormai prossima alla fine del suo ciclo vitale, con una nuova apparecchiatura di ultima generazione. L’acquisizione, per la quale sono già in corso le procedure amministrative, avverrà nel corso del prossimo anno e comporterà una spesa di circa 750 mila euro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Dramma in via Canali, donna di 49 anni trovata morta in un parcheggio

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

  • Perde il controllo del ciclomotore e finisce a terra, muore a 43 anni

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

Torna su
PerugiaToday è in caricamento