rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Attualità

Dipendente no-mask licenziata dopo aver rifiutato dispositivi anti-covid: a Perugia (oggi) la manifestazione di solidarietà

La decisione presa, dopo lettere di richiamo ufficiali, dalla Brunello Cucinelli nei confronto di Anita Mariani, sindacalista della FISI e attivista di Resistenza Costituzionale

Oggi pomeriggio, intorno alle 17,30, a Perugia ma anche in altri centri d'Italia, il Fronte del Dissenso e il sindacato Fisi daranno vita ad una manifestazione di solidarietà nei confronti di Anita Mariani,sindacalista della FISI e attivista di Resistenza Costituzionale, dopo che è stata licenziata dall'azienda Cucinelli di Solomeo, al terzo richiamo ufficiale per non aver indossato i dispositivi di sicurezza anti-covid previsti sia dall'azienda a tutela di tutti i dipendenti-lavoratori che da un accordo tra la parti datoriali su proposta dell'associazione di categoria Confindustria. Nell'ultimo mesi c'è stato un forte aumento di casi di Covid, non gravi, ma che hanno obbligato dipendenti a stare a casa fino al tampone di negatività. Non è un mistero per nessuno che anche all'Ospedale di Pantalla sono stati riattivati 15 postazioni Covid proprio per la nuova variante del virus - più contagiosa ma oggettivamente molto meno grave delle altre -. 

Per il Fronte del Dissenso si tratta non di un licenziameno regolare ma politico. E che le regole contestate non sono applicabili perchè in contrasto con la Costituzione e lo Statuto dei Lavotori. Scrivono: "Anita Mariani è stata licenziata non perché è venuta meno ai suoi doveri di onesta lavoratrice, ma perché ha osato alzare la testa e dare voce ai suoi diritti e per farlo si è tolta l’emblema del silenzio, perché non ha accettato di subire precetti vuoti di contenuti di sicurezza ma carichi di potere autoritario. Il suo rifiuto di aver rispettato delle regole è solo un mal celato pretesto ed un classico licenziamento politico, un atto di prepotenza padronale che lede, assieme alla sua dignità, i diritti di tutti i dipendenti, così come sono tutelati dalla Costituzione e dallo Statuto dei Lavoratori".

Alle 17 di oggi, in centro a Perugia, si svolgerà prima la conferenza stampa e poi infine una pubblica manifestazione con corteo e assemblea cittadina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendente no-mask licenziata dopo aver rifiutato dispositivi anti-covid: a Perugia (oggi) la manifestazione di solidarietà

PerugiaToday è in caricamento