Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Insieme per ripartire: protocollo tra comuni per lanciare il turismo territoriale

I comuni coinvolti, oltre a Perugia, sono quelli dell’Unione dei Comuni del Trasimeno, Corciano, Umbertide, Lisciano Niccone, Torgiano e Deruta

Insieme per ripartire. La Giunta del Comune di Perugia, su proposta dell’assessore al Turismo e Marketing Territoriale Gabriele Giottoli, ha approvato questo pomeriggio il testo del protocollo d’intesa per la redazione di un piano di marketing turistico-territoriale condiviso tra i comuni di Perugia, del Trasimeno e dell’area del Tevere.

I comuni coinvolti, oltre a Perugia, sono quelli dell’Unione dei Comuni del Trasimeno, Corciano, Umbertide, Lisciano Niccone, Torgiano e Deruta.

Il protocollo, spiega il Comune di Perugia, prevede "un’azione comune, soprattutto, in cinque macro aree, individuate come prioritarie per la valorizzazione e la promozione dei territori interessati, ovvero il turismo culturale e identitario (siti archeologici, musei e luoghi della cultura, borghi, turismo religioso), eventi culturali e artistici (musica, teatro, spettacolo dal vivo, manifestazioni e rievocazioni storiche), luoghi della memoria e turismo di ritorno, turismo outdoor (cammini, itinerari, ecoturismo, sport e osservazione della Natura), salute, enogastronomia e turismo rurale".

“È indubbio che il turismo, ora più che mai, rappresenti un’importante opportunità di sviluppo per i nostri territori - ha spiegato l’assessore Giottoli - . Ma dobbiamo ragionare in un’ottica di rete e collaborazione tra istituzioni per far fronte a sfide che saranno sempre più impegnative. Con la Next Generation Eu la competitività dei territori si giocherà sempre più su progetti e finanziamenti di rilevanza europea, sulla presenza di partnership stabili, sull’interdipendenza territoriale di infrastrutture e servizi. Per questo -ha proseguito- è indispensabile un piano di marketing turistico che sia condiviso e che sia alla base di un’azione comune di tutti i soggetti che operano nel settore, a partire dai comuni. Già da tempo, Perugia -ha concluso Giottoli- si è aperta ai territori circostanti, quelli che costituiscono una sorta di confine geografico della nostra stessa città, nella consapevolezza che sia finito il tempo dei campanilismi e, anzi, sinergie e condivisione siano le strade da percorrere per arrivare più lontano”.

Il protocollo, conclude Palazzo dei Priori, "sarà a breve sottoposto all’approvazione anche di tutti gli altri enti interessati in modo che si possa procedere alla costituzione di un tavolo di lavoro politico-istituzionale dedicato alla definizione e all’attuazione del piano turistico nel quanto prima".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insieme per ripartire: protocollo tra comuni per lanciare il turismo territoriale

PerugiaToday è in caricamento