menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il tour della salute sbarca nell'acropoli: una giornata dedicata al benessere e tante visite gratuite

Tour della salute nell’acropoli, sotto l’alto patrocinio del Ministero della Salute, della USL 1 e del Comune di Perugia

Tour della salute nell’acropoli, sotto l’alto patrocinio del Ministero della Salute, della USL 1 e del Comune di Perugia. Tante le sigle commerciali e associazionistiche che non hanno voluto far mancare la propria presenza. Un arco gonfiabile accoglie chi entra da corso Vannucci nello spazio che fronteggia la cattedrale e a lato della Fontana Maggiore, fiancheggiata da un pallone areostatico multicolore.

Un’intera giornata dedicata alla salute, con misurazione gratuita di pressione arteriosa, vista, udito  e tanto altro. Fra quegli stand si offrono gadget: occhiali da vista per presbiti, magliette da sport griffate e così via. Sul palco si tengono talk dedicati alla salute.

Grande animazione, aria estiva. E soprattutto la promozione del farmaco equivalente della ditta DOC (nome oculatamente scelto per dare fiducia), di cui si spiegano le virtù: dal risparmio alle perfette analogie e potenzialità terapeutiche. Presente la Società italiana di diabetologia, la Società italiana per la prevenzione cardiovascolare, la Farmacentro con i suoi servizi e logistica, MiaFarmacia, Garaventa, macchine per l’accessibilità e così via.

Parlando di salute, non poteva mancare il Piedibus del Ben Essere di Erminia Battista, con la sua proposta “Costruire insieme… la salute che cammina”. Ma c’è anche la dottoressa Elisabetta Torlone, endocrinologa e specialista diabetologa gestazionale. Insomma: una giornata tutta dedicata ai controlli e… alla promozione commerciale. Che non è una cattiva cosa.

Tra le curiosità, alle 17:00,  dimostrazione "Yoga della Risata" a cura dell'istruttore locale. Alle 20:00, il villaggio smobilita. C’è anche chi commenta in negativo sull’occupazione della piazza. Ma si risponde: è solo un giorno. E poi, l’Inviato Cittadino, che pure della città è innamorato, non ha dubbi nel preferire la città-vissuta alla città-museo… in mano alla malavita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento