rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Attualità Piscille / Via della Pallotta

Perugia, storie di emarginazione: cacciato da sotto i portici, vive sotto gli alberi in via della Pallotta

Clochard 50enne, uscito dal carcere, vive ai margini della società. Qualcuno cerca di aiutarlo, con scarsi risultati

Una vita ai margini della società, peggiorata da un incidente e poi dal carcere. Un uomo di 50 anni, straniero, vive da alcune settimane all’incrocio tra via della Pallotta e via dei Filosofi, chiedendo l’elemosina al semaforo e dormendo in giacigli di fortuna.

Nella zona c’è chi sta cercando di aiutarlo e chi lo allontana dalla proprietà privata. Dopo aver dormito sotto un portico di un palazzo, ne è stato mandato via perché lo spazio è a uso dei condomini per parcheggiare. Così si è spostato nell’area verde vicino all’albergo, utilizzata come parcheggio per le attività commerciali dei dintorni. Un rifugio di fortuna, fatto di cartoni, plastica e fogli di giornale.

L’uomo non ha avuto una vita facile: prima un incidente che ne ha limitato le possibilità lavorative, poi gli eccessi con la droga e lo spaccio e una pena detentiva interamente scontata. Una volta uscito dal carcere, però, la sua vita è solo peggiorata.

Qualcuno ha provato ad aiutarlo, ma le sue condizioni igieniche e fisiche sono di estrema difficoltà per intervenire, lui stesso non accoglie le proposte di aiuto. Qualcun altro sta pensando di aiutarlo nel rimpatrio, ma non è certo che nel suo Paese abbia parenti in grado di aiutarlo. Così vive alla giornata, tra sguardi di pietà e di indifferenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, storie di emarginazione: cacciato da sotto i portici, vive sotto gli alberi in via della Pallotta

PerugiaToday è in caricamento