Trasporto scolastico, Fratelli d'Italia incassa il "sì" alle mozioni su monitoraggio e accompagnatori

Castiglione del Lago, troppe segnalazioni di problemi e guasti ai mezzi di trasporto. Il personale sul bus serve a garantire sicurezza

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia a Castiglione del Lago incassa il "sì" a tutte le proposte avanzate.

"Grande soddisfazione per il lavoro svolto dal gruppo e dal coordinamento comunale che attivamente ci accompagna sin dall’inizio del mandato consiliare - dichiara la capogruppo  Francesca Triaca - e meritata conclusione di un anno di impegno politico intenso che ha visto Fratelli d’Italia Castiglione del Lago sempre in prima linea e a fianco dei concittadini nel recepire le varie istanze per farsene portavoce nelle competenti sedi istituzionali".

Tra le mozioni approvate quella sul monitoraggio del trasporto scolastico e del servizio di accompagnamento.

Dopo l’interrogazione del dicembre 2019, a seguito della quale la Ditta che ha in appalto il servizio di trasporto scolastico comunale fino al 2022 fu costretta a sostituire alcuni mezzi risultati non conformi all’appalto aggiudicato, il Gruppo Fratelli d’Italia Castiglione del Lago è tornato sull’argomento ottenendo l’unanimità del Consiglio Comunale ad impegnare la Giunta ad effettuare un monitoraggio periodico dei mezzi di trasporto scolastico anche attraverso il personale dei vigili urbani.

Continuano, infatti, a pervenire segnalazioni sulle carenze dei mezzi utilizzati che presenterebbero portiere difettose che restano aperte durante il trasporto, pioggia all’interno dei veicoli, avarie ai motori, ai tergicristalli, assenza di cinture di sicurezza, cassette pronto soccorso prive di prodotti necessari per legge o con gli stessi scaduti, fino, e non ultimo, alla presunta mancata revisione periodica dei pulmini.

Ottenuto anche l’impegno della Giunta a ritornare sulla decisione assunta di non garantire più, a far data dalla riapertura del prossimo 7 gennaio, la presenza dell’accompagnatore degli studenti all’interno dei veicoli.

Il servizio, obbligatorio per legge solo per la scuola dell’infanzia, era dal 14 settembre garantito anche nei pulmini per gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo livello (elementari e medie) come supporto all’autista, sia per assicurare il rispetto della normativa di prevenzione dalla diffusione del covid 19, sia per garantire la serenità e la sicurezza del trasporto dei nostri studenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento