rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità

Scuola, nuovo orario alla Pascoli di Perugia, la protesta dei genitori: "C'è molta delusione, si poteva fare diversamente"

I rappresentati in Consiglio d'istituto: "Mai avvertiti che si sarebbe votato subito, pensavamo ad una discussione più ampia. C'era tutto il tempo di fare un sondaggio"

Il nuovo orario scolastico della Pascoli di Perugia ormai è un dato di fatto e i genitori non hanno gradito. Scarsa informazione e pochissimo coinvolgimento in una decisione che molte famiglie si porteranno dietro per 3 anni, o al minimo per uno solo: “Abbiamo saputo del nuovo orario solo il 27 giugno, a cose fatte e a iscrizioni oramai avvenute – dicono alcuni genitori - Le scuole possono decidere l’orario che ritengono più idoneo, ma correttezza vorrebbe che queste informazioni venissero comunicate al momento dell’iscrizione e non due mesi dopo”.

I rappresentati dei genitori in Consiglio d’istituto confermano, in generale, quanto riportato nel precedente articolo, anche se puntualizzano “che non abbiamo mai votato un ordine del giorno sulla settimana corta, in quanto già operativa da tempo – dicono – Eravamo stati chiamati a ragionare sul nuovo orario e sulle diverse opzioni modulari. Almeno è quello che pensavamo, ma al primo incontro ci siamo trovati a dover votare sull’orario uscito dal collegio docenti, cioè quello 8-14”.

Una mancanza di comunicazione che si è riverberata, a cascata, anche su che riguardava le famiglie. “Pensavamo ad un incontro interlocutorio, tanto che avevamo anche le nostre proposte, come quella dell’orario in vigore fino a quel momento e quattro sabati di recupero nel corso dell’anno – riferiscono i rappresentati dei genitori – Dal voto sappiamo che la proposta ha avuto poche adesioni, o almeno non bastevoli di approvazione. Appena si è sparsa la notizia del nuovo orario siamo stati contattati perché la maggior parte dei genitori non era d’accordo sul nuovo orario”.

L’intera procedura, per i genitori, è stata poco chiara: “Il voto sul nuovo orario è stato messo tra le ‘varie ed eventuali’ dell’ordine del giorno e tutti noi pensavamo di doverne prima parlare e poi votare – raccontano i genitori – Il voto è legittimo, come dice la dirigente scolastica, ma sembra considerare solo le esigenze della scuola, del personale docente e amministrativo e non quelle delle famiglie e dei ragazzi. Siamo perplessi perché dopo le nostre richieste pensavamo di poterne discutere, invece il nuovo orario è stato pubblicato nel sito della scuola e sarà in vigore da settembre con l’inizio della didattica”.

Secondo i genitori l’uscita alle 14 costituisce una difficoltà organizzativa per molte famiglie, per incastrare le attività extra scolastiche e, soprattutto, lo studio. “La scelta 8-14 è apparsa alle famiglie come contraria al patto educativo e alle finalità della scuola, più che invogliare allo studio sembra renderlo difficoltoso – proseguono i rappresentati dei genitori – La sesta ora per cinque giorni consecutivi che qualità didattica offre? Ci si dice che in fondo sono solo 15 minuti in più rispetto all’uscita alle 13.45, ma cambia moltissimo nella vita delle persone e nel percorso dei ragazzi”.

C’è molto malcontento, unito alla decisione di non consentire le gite scolastiche prima della conclusione di questo anno scolastico. Insoddisfazione che ha portato già alcuni genitori ad ipotizzare la richiesta di uscita anticipata, “una scelta che renderebbe caotica e inutile l’ultima ora di lezione – concludono i rappresentati – Per una decisione del genere ci aspettavamo che la scuola e i suoi organi scegliessero la via del sondaggio, c’era tutto il tempo, tra le famiglie e decidere sulla base di quel risultato. Non è stato fatto e ce ne dispiace”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, nuovo orario alla Pascoli di Perugia, la protesta dei genitori: "C'è molta delusione, si poteva fare diversamente"

PerugiaToday è in caricamento