menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero per salvare il Pianeta, 3mila studenti umbri in corteo. Udu: "Non c'è più tempo: cambiare subito rotta"

Oggi in Umbria migliaia di studenti sono scesi in piazza per rivendicare il loro diritto al futuro: la sedicenne svedese Greta Thunberg è riuscita a sollevare una grande coscienza ambientale tra coetanei in ben 123 paesi, dando vita allo Sciopero Mondiale per il Futuro.  A Perugia in 2000, più di 1000 a Terni, queste le cifre di chi chiede un reale cambiamento delle politiche dei governi mondiali e delle amministrazioni locali: migliaia di giovani che rivendicano il diritto a vivere liberamente in un pianeta sano e in delle città verdi per il loro presente e il loro futuro. 

In prima linea la Rete degli Studenti Medi Umbria: «La nostra partecipazione -  ha dichiara Matias Cravero, coordinatore di Altrascuola - Rete degli Studenti Medi Umbria- oggi era quanto mai necessaria, abbiamo contribuito attivamente all'organizzazione dei due cortei: se non siamo noi giovani, noi studenti a preoccuparci per primi fin da subito del cambiamento climatico non avremo più un pianeta in cui vivere tra pochissimi anni. Non c'è più tempo, questo è quello che Greta ha mostrato al mondo, dobbiamo muoverci immediatamente».

«Crediamo che la battaglia per l'ambiente vada affiancata a una vera battaglia per il cambiamento del sistema produttivo globale e locale - aggiunge Lorenzo Gennari, coordinatore della Sinistra Universitaria - UdU Perugia -la situazione in cui versano il nostro pianeta e le nostre è stata causata da scelte politiche scellerate, che dobbiamo combattere. Questo il senso della nostra adesione ai cortei!».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento