INVIATO CITTADINO Immondizia di ogni genere gettata lungo il Belvedere più luminoso di Perugia

Scrive un residente: “Basta maltrattare il Centro Storico, basta comportamenti da selvaggi. Maggiori controlli e maggior decoro”

Prome, addio. Il belvedere più luminoso di Perugia è ridotto all’ecce homo. Colpa degli sciagurati che gettano, sulla piazza e su quelle splendide scalette, immondizia di ogni genere.  Se, in lingua perugina, stare “n proma” (dal latino prominentia) vale “sul ciglio di/in pericolo di caduta”, qui siamo già precipitati tanto in basso che di più non si può.

La piazzetta poggia sui contrafforti dell’antica fortezza dell’abate Monmaggiore.  Ma le panchine sono malridotte, per terra uno strato di bicchieri di plastica. E sacchi di immondezze non  ritirati. Scendere quelle scalette significa avvicinarsi alla più preziosa e intatta testimonianza del mondo etrusco. Ma… camminando su uno strato di sporcizie.

E  meno male che i ragazzi dell’Orto del Sole hanno bonificato, con l’aiuto del Comune, quei terrazzamenti sopra via Pinturicchio che un tempo ospitavano orti, frutteti e tante piante di rosmarino: da cui il nome di via del Ramerino, che non ha niente a che vedere col rame, ma ricorda i fitti cespugli di quella pianta odorosa.Prima c’erano elettrodomestici dismessi e immondezze, mentre ora è un orto-giardino splendido e curato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di fianco all’ex chiesetta di S. Angelo della Pace, sede dell’antica Accademia del Disegno (antenata dell’Accademia di Belle Arti) iniziano le tre rampe delle scalette, in parte poggiate sul muro etrusco. Qui c’è di tutto un po’. Ci si chiede: ma nei giorni festivi nessuno pulisce? Ieri (25 aprile) ci passavano dei turisti che scansavano quelle schifezze: un tappeto di bicchieri. A riprova del fatto che a Perugia si beve di brutto. Come si pulisce piazza Grande, si potrebbe dare una strisciata anche qui. O no? Scrive Gianluca Papalini, noto residente di Porta Sole: “Basta maltrattare il Centro Storico, basta comportamenti da selvaggi. Maggiori controlli e maggior decoro”. Impossibile dargli torto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Università di Perugia, due nuovi corsi di laurea magistrale: Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente e Geology for Energy Resources

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento