menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, la piazzetta intitolata a Puletti andrebbe segnalata… e liberata dall’assalto delle vetture

L'inviato cittadino segnala i problemi della piazzetta intitolata a un grande docente della Stranieri

La piazzetta Puletti, intitolata a un grande docente della Stranieri, andrebbe segnalata… e liberata dall’assalto delle vetture. Ma, soprattutto, dovrebbe essere tabellata al punto di accesso, non dall’interno del campo di basket.

Doppio errore, insomma.

Primo: quello di segnalarla dall’uscita e non dall’entrata. Ossia sul versante di via della Pergola fra il campo da basket e la piazza stessa adibita a parcheggio. 

Secondo: quello di non aver posizionato una seconda tabella, la prima in ordine d’importanza, all’accesso, ossia sul punto in cui stavano i due storici colonnini liberty in  travertino (spariti ma, si sostiene, ben custoditi in qualche magazzino del Comune in attesa di un auspicato rimontaggio). 

Ci si chiede: quando? Quando, finalmente, verrà smantellato quel parcheggio caotico e selvaggio. Il progetto c’è, i soldi pure. Ma non si fa mai giorno.

Ma chi era Ruggero Puletti?

Ne abbiamo accennato qualche tempo fa, quando lamentammo la mancanza della tabella toponomastica. Ora ce  l’hanno messa. Ma nel posto sbagliato.

Ruggero Puletti è stato figura di studioso italianista e politico della prima Repubblica. Puletti operò con onore e dignità a Palazzo Gallenga, meritandosi stima e rispetto. Perfino dopo la pensione, proseguì un’attività intellettuale qualificatissima. Ricordo con quale giovanile entusiasmo, ormai quasi ottuagenario, mi chiamò per comunicarmi l’uscita del suo saggio su Umberto Eco, un autore a lui particolarmente caro. 

Intestazione - quella della piazzetta - valida per due ottimi motivi: il prestigio e la dirittura morale della persona, oltre al suo proficuo operare nell’Istituzione formativa che fronteggia quello spazio.
Insomma: è bello ricordare un apprezzato docente dell’Unistra, proprio davanti all’edificio dove operò, come educatore e docente di rango. 

Concludendo: mettiamo, finalmente, quella targa che lo ricorda di fronte al “suo” Palazzo Gallenga!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento