menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dai volontari al lavoro per ripulire ai nonni-sentinella, così torna a vivere il parco di Sant'Anna

Collaborazione tra l'associazione Filosofi...Amo e il consigliere delegato Federico Lupatelli: puliti 120 pozzetti e montati 35 metri di staccionata. E presto altre novità

L’associazione Filosofi...Amo aveva sistemato alcuni nuovi giochi per bambini e ridipinto gli animaletti in cemento, ma le richieste di intervento per rimettere a posto il parco di Sant’Anna si susseguivano da tempo. Adesso qualcosa si è mosso.

I residenti e gli iscritti all’associazione di quartiere, da tempo, lamentavano la mancanza di una protezione sul greppo che divide il campo da basket dall’area giochi sottostante e la manutenzione delle parti di staccionata ammalorata. Con insistenza era richiesta anche la pulizia dei pozzetti delle acque di scolo, visto che ad ogni pioggia l’intero parco si trasformava in un pantano, con ruscelli d’acqua che scivolava a valle.

staccionata-2Alle richieste dell’associazione ha risposto il consigliere comunale Federico Lupatelli, delegato dal sindaco alle aree verdi e impianti sportivi. Grazie al contributo di un gruppo di volontari che ha sottoscritto un patto di collaborazione con il Comune di Perugia e l’assessore Otello Numerini, “sono stati montati 35 metri di staccionata, sistemate quelle parti rovinate – dice Lupatelli – e sono stati ripuliti 120 pozzetti. Si sta anche pensando di sistemare l’area per cani e ripavimentare i percorsi all’interno del parco. Questo lavoro è stato possibile grazie alla collaborazione dei volontari e al contributo dell’amministrazione comunale”. Analogo esperimento è stato fatto ad Elce e a Montegrillo.

“Dopo tante promesse e incontri, qualcuno ha fatto qualcosa per il quartiere – afferma Francesco Berardi, presidente di Filosofi...Amo – E questo ci è stato di stimolo per ipotizzare la creazione di un gruppo di volontari che stringa un patto di collaborazione con il Comune e si occupi poi della manutenzione del parco. Se facciamo la manutenzione continua, non avremo bisogno di grandi interventi in futuro”.

I residenti hanno molto a cuore il loro parco, tanto da aver sollecitato tutti gli utenti, soprattutto mamme e nonni con i bambini, a tenere d’occhio la zona e segnalare qualsiasi anomali o presenza minacciosa. E la vigilanza costante funziona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento