Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

"The Queen" di MaMo è la prima opera d’arte digitale NFT a basso impatto ecologico

Il progetto lanciato a Londra dal professore Paolo Taticchi, da Massimiliano MaMo Donnari, Stratis e Treedom

Opere d’arte digitali a basso impatto con blockchain ecologica e compensazione dell’anidride carbonica. E l’immagine scelta è “The Queen” di Massimiliano MaMo Donnari.

Paolo Taticchi, under 40 più influente al mondo, nonché professore della University College of London School of Management, e uno dei massimi esperti di sostenibilità aziendale, ha lanciato il “Manifesto di sostenibilità NFT” (Not Fungible Token) creato grazie a una squadra tutta italiana composta dal disegnatore Michele Fabbro e dall’artista i Massimiliano MaMo Donnari.

L’opera digitale ritrae la regina Elisabetta II che indossa una maglietta dove la Terra ha lo slogan: “NFT - usa e consuma responsabilmente”.

Il “token” sostenibile di Taticchi e UCL è stato coniato sulla blockchain ad alta efficienza energetica Stratisphere. Ne ha parlato anche Marco Camisani Calzolari nel corso di una puntata di “Striscia la notizia”.

Il “Manifesto sulla Sostenibilità degli NFT” incoraggia le aziende ad un uso sostenibile della tecnologia NFT, è stato pubblicato attraverso un singolo NFT non in vendita appoggiato sulla piattaforma Stratis, una blockchain caratterizzata da un’alta efficienza energetica, l’azienda italiana Treedom ha piantato un albero al fine di neutralizzare le emissioni di anidride carbonica associate al carbon footprint del singolo NFT.

Il messaggio di utilizzare responsabilmente questa tecnologia è stato condiviso proprio tramite un token digitale NFT, che rimarrà non in vendita al fine di evitare transazione future che ne accrescerebbero l’impatto ambientale.

L’NFT si presenta con il video di una t-shirt animata sulla quale c’è l’immagine di una regina influencer che ricorda le sembianze della reale inglese Elisabetta II e l’influencer italiana Chiara Ferragni. La regina indossa una veste con l’immagine del pianeta e la scritta: “NFT: usare e consumare responsabilmente”.

Coloro che visualizzeranno l’NFT avranno modo di accedere al “Manifesto sulla sostenibilità degli NFT” tramite un link integrato nella descrizione del token digitale.

“Sono sempre in favore delle nuove tecnologie, e sono sicuro che gli NFT e le blokchain avranno una grade diffusione negli anni a venire – ha detto Paolo Taticchi - Oggi le aziende stanno affrontando una complessa transizione ecologica, ed è per questo che le scelte fatte in questo ambito devo essere responsabili ed attente; se non si vuole affrontare il rischio di grandi fallimenti progettuali e reputazionali. Questo è il messaggio condiviso nel manifesto”.

“Per questo progetto ho deciso di adattare una delle mie popolari regine. Mi sono ispirato alla leadership responsabile di Elisabetta II e all’impatto che oggi influencer come Chiara Ferragni hanno con il loro lavoro – ha commentato Massimiliano Donnari - Il risultato è una regina-influencer molta stylish, che diventa un’attivista a difesa del pianeta e promuove il manifesto”.

“Facendo leva sulla nostra implementazione di Proof-of-Authority nella piattaforma Stratis, siamo in grado di validare le transazioni evitando un impatto energetico elevato tipico delle soluzioni che usano Bitcoin e Ethereum – ha concluso Chris Trew, fondatore e amministratore delegato di Stratis - Abbiamo creato un sistema decentralizzato e sostenibile, elemento fondamentale per la diffusione della tecnologia NFT. Per questo motivo abbiamo apprezzato la partnership con UCL su questo progetto, che vuole sensibilizzare sull’importanza di adattore soluzioni tecnologiche sostenibili”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"The Queen" di MaMo è la prima opera d’arte digitale NFT a basso impatto ecologico
PerugiaToday è in caricamento