Magione, tariffe mense e trasporto scolastico a misura di famiglia: costi fermi al 2013

Il Comune non prevede aumenti sulle tariffe basate sul calcolo dell'Isee. Incrementati i controlli a campione contro i "furbetti"

Le tariffe dei servizi scolastici e dell’asilo nido del comune di Magione restano invariate anche per il 2019 (è cosi dal 2013), ma saranno potenziati i controlli a campione. A confermarlo è l’assessore alle politiche scolastiche Eleonora Maghini.

Le tariffe per i bambini che frequentano l’asilo nido sono calcolate in base all’Isee. Per la fascia di reddito più basso, con frequenza dalla 7.30 alle 17.30, la retta mensile è di 163 euro. Per la fascia di reddito più alta la retta mensile arriva a 366 euro.

Nel caso in cui le famiglie scelgano il tempo ridotto, 7.30-13.30 distinzione introdotta nel 2016 per agevolare le famiglie rispetto ai costi, la retta mensile per la prima fascia di reddito è di 130 euro fino a un massimo di 292 euro. Il comune partecipa alla spesa sostenuta dalle famiglie per il servizio di asilo nido, che può ospitare fino a 54 bambini, per il 60%.

Per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, le tariffe per il trasporto scolastico, che non ha subito variazioni dal 2013, il costo mensile a carico delle famiglie è pari a 35 euro con possibilità di poter usufruire della “mezza tratta” con conseguente diminuzione della retta. L’amministrazione comunale contribuisce per il 70% al costo del servizio di trasporto di cui usufruiscono oltre 500 utenti.

Per il servizio mensa le famiglie di bambini che frequentano la scuola dell’infanzia pagano una retta pari a 4.15 euro a pasto che sale a 4,40 per la scuola primaria. Per il servizio mensa, utilizzata da circa 900 studenti, il comune contribuisce per il 20%.

Allo scopo di impedire che vengano rilasciate false dichiarazioni Isee per accedere alle agevolazioni previste dal comune in casi di difficoltà economiche, l’amministrazione comunale da alcuni anni effettua controlli a campione delle dichiarazioni presentate per accedere alle prestazioni sociali agevolate, alle riduzioni ed alle agevolazioni tariffarie ed ai contributi di competenza di altri Enti, la cui procedura è demandata al Comune di Magione. Da quest’anno il controllo viene effettuato contestualmente anche sui servizi tributari.

“Seppure l’investimento economico per i servizi alla persona rappresentano un’ingente impegno per il bilancio comunale – commenta l’assessore Maghini - riteniamo fondamentale  mantenere il tempo pieno  e prolungato su tutti i plessi scolastici ritenendolo un supporto fondamentale per ragazzi e famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento