Assisi diventa "Oh yes yes", l'inglese maccheronico che fa ridere il web

Una pagina Facebook propone traduzioni impossibili dei nomi delle città italiane e gli utenti si scatenano con commenti e proposte

Come suonerebbero i nomi delle città italiane se fossero tradotti per assonanza fonetica, in un inglese molto, ma molto maccheronico? Adam Romano lo ha fatto nella su pagina Facebook e account Instagram di MalEdizioni.

Così se Brindisi diventa “Cheers”, Belluno “A beautiful 1” e Bari in “You cheat”, c’è anche Assisi che si trasforma in “Oh Yes Yes”.

Le foto hanno avuto migliaia di condivisioni, mi piace e commenti, poi le persone hanno cominciato a proporre traduzioni dei nomi delle proprie città.

"Mi stavo preparando per un viaggio di lavoro nel Regno Unito - racconta Adam Romano - per una settimana ho parlato inglese tutti i giorni e tendevo a tradurre qualsiasi cosa mi capitasse. Per caso ho letto il nome della città di Ragusa e mi è venuto spontaneo pensarla come 'the meat sauce knows'. Ho iniziato a ridere da solo, così ho preso una cartina e cominciato a tradurre altre città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, salgono a 14 le vittime: nella notte è deceduto in ospedale un 59enne

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino medico regionale del 22 marzo: 522 contagiati, 16 le vittime accertate

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

Torna su
PerugiaToday è in caricamento