Attualità

INVIATO CITTADINO Perugia, scale mobili della Rocca Paolina: l'ingresso da via Masi è indecente

Un degrado intollerabile, con il solaio che si sfalda e perde pellicola d’intonaco che sfarina e piomba a terra

Un degrado intollerabile, quello che incontra chi entra nel percorso delle scale mobili della Rocca Paolina da via Masi. La questione non è nuova. Ma ce la segnala con apprensione un lettore, accompagnando il rilievo con alcune foto.

Non è un mistero che quel solaio si sfaldi e perda pellicola d’intonaco che sfarina e piomba a terra. Effetto dell’umidità, del mancato ricambio d’aria, del fenomeno di capillarità. 

“Uno scandalo, verificabile da tutti i cittadini. Specialmente disdicevole per i turisti che lasciano l’auto al parcheggio di Piazza Partigiani per salire all’acropoli”, scrive.

Veramente non è il solo rilievo mosso dai cittadini. Anche il restyling delle pareti laterali, con elementi identitari delle architetture cittadine, non è piaciuto a tutti.

Ma è specialmente dispiaciuto a un altro lettore che, tempo fa, ci ha scritto: “Un vero sfregio, quello di intonacare le pareti in granito rosso rustico. È una pietra di grande pregio, che all’epoca fu scelta proprio per la sua preziosità. Che senso ha averla intonacata?”.

Ma, per tornare ai soffitti sfarinati, suggerisce Giampaolo Santoni, ex frego della Pesa. “Per ‘mitigare’ l’effettaccio di potrebbero installare dei semplici pannelli in alluminio, che salverebbero i passanti dallo stillicidio. Oltre a restituire dignità all’ambiente”.

L’Inviato Cittadino gira la proposta a chi può valutare e decidere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Perugia, scale mobili della Rocca Paolina: l'ingresso da via Masi è indecente

PerugiaToday è in caricamento