Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Prevenire l’epatite C con uno screening gratuito, ecco l’iniziativa della Regione Umbria

Luca Coletto: “Con un semplice esame del sangue è possibile verificare la presenza del virus ed accedere alle cure”

È partita la campagna di screening gratuito per la prevenzione dell’epatite C rivolto a tutti i nati dal 1969 al 1989, iscritti all’anagrafe sanitaria, inclusi gli stranieri temporaneamente presenti, alle persone seguite dai Servizi pubblici per le dipendenze indipendentemente dall’anno di nascita e dalla nazionalità, e ai detenuti in carcere, anche in questo caso indipendentemente da età e paese di provenienza.

La partecipazione allo screening è facile e gratuita, coloro che hanno ricevuto la lettera informativa per posta devono prenotare l'esame tramite il portale dedicato. 

L’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, spiega: “Con un semplice esame del sangue è possibile verificare la presenza del virus dell’HCV ed accedere alle cure necessarie a scongiurare le complicazioni della malattia epatica avanzata”. 

“L’epatite C è un’infezione virale del fegato potenzialmente pericolosa - sottolinea Coletto - in quanto può non dare sintomi o solo sintomi generali, come depressione e stanchezza, ma se si sviluppa un’epatite cronica può causare seri problemi di salute quali danni al fegato, cirrosi, cancro al fegato. La terapia antivirale disponibile è semplice da assumere, sicura ed efficace, con il 95% dei pazienti trattati che guarisce completamente eliminando l’infezione”.

È stata realizzata anche una campagna di comunicazione regionale “Epatite C, se la Conosci la Curi” per sensibilizzare gli oltre 230 mila cittadini interessati.

Manifesto Screening Epatite C-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prevenire l’epatite C con uno screening gratuito, ecco l’iniziativa della Regione Umbria
PerugiaToday è in caricamento