menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e fase 2, lo scienziato Gammaitoni: "Qualunque riapertura farà ripartire i contagi, ecco la via d'uscita"

L'analisi del professore ordinario di fisica sperimentale dell'Università di Perugia

Coronavirus, fase 2, modelli fisici dell'epidemia e riaperture. "Il derby degli italiani impazza: prudenti, riaprire poco e tardi, verso audaci, riaprire tanto e subito". E il professor Luca Gammaitoni, ordinario di Fisica sperimentale dell'Università degli Studi di Perugia, posta la sua analisi su Facebook. Anticipazione: "Ci sono due vie d'uscita", ma una è immediatamente percorribile.

"Che dicono i modelli fisici dell’epidemia? - scrive Gammaitoni - La risposta è semplice: qualunque riapertura farà ripartire i contagi. Se si riapre poco ripartono lentamente (basso R), se si riapre tanto ripartono velocemente (alto R). Lo scenario riportato in figura è quello che ci aspetta: un continuo susseguirsi di aperture e chiusure per i mesi a venire, procedendo a tentoni".

E ancora: "C’è via d’uscita a questa situazione? Sì, ce ne sono due", prosegue Gammaitoni. Prima via: "Trovare un vaccino e fare una vaccinazione di massa. Questa via non è per i prossimi mesi percorribile, anche se i progressi della ricerca sono significativi e lasciano ben sperare".

Seconda via: "Riaprire, ma soltanto a chi non è infetto. Questa via richiede da subito una campagna di test di massa e meccanismi di tracciamento dei contagiati, oltre che una riapertura diversificata per aree geografiche". E ancora: "Queste cose gli esperti le dicono da tempo: sarebbe ora di metterle in pratica, magari assieme ad una seria strategia di medio respiro (6 mesi) da comunicare al paese, per evitare che lo scoramento dilaghi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento