Movimenti commerciali alla Pesa. Negozi che si spostano… purché restino, in questo momento di crisi nera

Attività che chiudono, altre che riaprono in nuovi spazi e tante preoccupazioni per il futuro

Movimenti commerciali alla Pesa. Negozi che si spostano… purché restino, in questo momento di crisi nera. I perugini hanno visto con comprensibile preoccupazione un cartello che annunciava una sospensione momentanea delle attività del punto “Pronto Print, digital service”, ubicato poco prima dell’Arco dei Tei, nei locali un tempo occupati dalla farmacia Falini, da molti anni trasferita in quel di Santa Lucia.

Questo negozio gestito da due giovani offriva un’ampia serie di servizi: da internet a stampa di fotografie, da gadget a fototessere, copisteria, grafica, pubblicità, stampa digitale su vari tipi di supporti.

Dopo un periodo di chiusura, ha fortunatamente riaperto, a pochi metri di distanza. La nuova sede è in adiacenza al bar 1+1, oggi gestito da stranieri, e che i vecchi perugini conosco col riferimento a Cocciolino. Il motivo del trasferimento non è noto, né vale indagarlo. Probabilmente, scelte di questo genere sono riconducibili agli oneri di locazione che, in tempo di crisi, incidono pesantemente sui costi di gestione delle aziende. Di positivo c’è il fatto che il negozio sia sopravvissuto.

Il titolare, Angelo D’Alessandro, racconta: “Questo periodo di forzata chiusura è stato per noi esiziale. Oltre al mancato guadagno, ci sono da considerare le spese che corrono ugualmente. Un bagno di sangue”.

La piccola sede dove il foto discount si è trasferito fu un tempo botteguccia di barbiere. E, successivamente, in tempi recenti, vi aprì l’attività Allegro, un negozio di fast food e panini gestito da un ragazzo cinese, ma frequentato anche da perugini e studenti che vivono fra la Pesa, corso Bersaglieri e Monteluce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cinesizzazione della Pesa è ormai un dato acquisito: vale per l’ex ristorante La Lumera, per l’emporio vicino alla fioraia, per il supermarket in adiacenza alla piazzetta del Cedro. E per altre attività di ristorazione, cancelleria, servizi e simili che si dipanano fra Monteluce, via Pinturicchio, piazza Grimana, corso Garibaldi. Si tratta di un processo inarrestabile che però non ha fin qui creato problemi di sorta. Fa comunque piacere che il negozio di foto espresse sia rimasto in mano italiana, dato che il titolare ci accoglie con accento romanesco… che non dispiace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Superenalotto, pensionato rigioca la schedina ma c'è una sorpresa: "Hai vinto 71mila euro"

  • Vincita da 1 milione al Gratta & Vinci. Gli appassionati della Smorfia ne ricavano 5 numeri per sbancare il lotto

  • Magione, estate al Laguna Park: una vera "Trasimenide" all'insegna di relax, natura e divertimento

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino dell'8 agosto: dieci nuovi positivi

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 agosto: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 6 agosto: altri tre positivi, aumentano i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento