menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sala dei Notari, restauratori all'opera per far tornare a splendere l'antico portone

A breve quel portone – che ha visto assemblee di nobili e popolani, incontri e scontri di uomini e d’idee - tornerà ad essere bello e seducente

Il portone dei Notari marca visita e il dottore decreta: abile e arruolato. “Ne avremo ancora per questa settimana, e forse fino all’inizio della prossima – dicono i due restauratori all’opera – e poi il lavoro sarà compiuto”. Da qualche decennio non si poneva mano al restauro conservativo di quei legni. Quell’antico manufatto era in affanno per le colonie di tarli e miceti che lo tenevano sotto scacco.

I restauratori hanno prima riportato tutto a legno, rimuovendo le sovrapposizioni di inquinanti e parassiti. Poi hanno spalmato antitarlo e biocida, per ridurre a mal partito gli aggressori. Nel contempo hanno cosparso chiodi e ferrature con antiossidante per rimuovere la patina rugginosa: il cancro del ferro. Poi hanno nutrito le esauste fibre legnose con impregnante, per restituire lucentezza e proteggere da ulteriori aggressioni.

Ora stanno alle fasi decisive. A breve quel portone – che ha visto assemblee di nobili e popolani, incontri e scontri di uomini e d’idee, raspanti e beccherini in insanabile dissidio, perugini di oggi fra rievocazioni osannate o sbeffeggiate… – tornerà ad essere bello e seducente. Per chi la vuol mela e anche per chi… la vuol pera. Ad maiorem, civitatis Perusiae, gloriam.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento