rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Attualità

Case popolari, l'annuncio della Regione Umbria: "Nessuno sfratto da marzo 2020, 450mila euro per i morosi incolpevoli"

Melasecche: "Nel bando della primavera 2023 verranno assegnati 350 nuovi alloggi"

Fondi per aiutare i morisi incolpevoli, nuovi alloggi in assegnazione e riqualificazione energentica del patrimonio immobiliare. L'assessore regionale alle politiche alla casa, Enrico Melasecche, sottolinea che "in Umbria, dal marzo 2020, non è stato operato alcuno sfratto per morosità incolpevole negli alloggi di edilizia residenziale pubblica: anche dopo lo sblocco delle esecuzioni, sospese durante l’emergenza sanitaria, l’intervento della Regione, congiuntamente all’Ater, ha evitato ad oltre trecento famiglie di restare senza abitazione". 

Melasecche annuncia anche i nuovi fondi: "Nelle prossime settimane verranno assegnati circa 450mila euro di contributi destinati ai nuclei familiari ‘morosi incolpevoli’. Un importo più che triplicato – sottolinea - rispetto alla somma, circa 135mila euro, stanziata mediamente a questo scopo nel triennio 2019-2021, e che consentirà di aiutare circa un centinaio di famiglie in più: da una media di 40 famiglie all’anno, si passerà a garantire il necessario sostegno economico per il rientro dal debito a circa 130 famiglie". 

Ater Umbria, sottolinea la Regione, "sta procedendo alla rivalutazione delle oltre 300 posizioni di grave morosità al fine di determinare puntualmente l’ammissibilità ai benefici da parte dei singoli nuclei familiari". Il bando, prosegue la nota, "prevede un contributo massimo di 5mila euro per abbattere la morosità incolpevole". 

Per il prossimo anno, prosegue Melasecche, è previsto "l'aumento del numero degli alloggi che verranno assegnati in vigenza della graduatoria del prossimo bando della primavera 2023: all’incirca ben 350 nuovi alloggi, contro una media di 20 annui. E sta andando avanti la riqualificazione energetica e sismica di oltre il 25% degli alloggi del patrimonio Ater in tutta l’Umbria, con vantaggi dal punto di vista economico e ambientale per gli assegnatari".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, l'annuncio della Regione Umbria: "Nessuno sfratto da marzo 2020, 450mila euro per i morosi incolpevoli"

PerugiaToday è in caricamento