Inviato Cittadino - Un funerale in piena regola, o forse la realizzazione di un cenotafio, al campetto da basket

Il rinvenimento nello spazio di gioco antistante piazza Ruggero Puletti

Un funerale in piena regola, o forse la realizzazione di un cenotafio, al campetto da basket adiacente a piazzetta Ruggero Puletti. Con tanto di lumino e palloni orfani di giocatori. Cenotafio, come di rito, senza vittima, perché ad autoproclamarsi martiri sono proprio i giovani autori della burla. Che hanno operato la messinscena e se la sono svignata. Vivi, vegeti e beffardi.

Una ritualità di forte caratura simbolica. Preparata non si sa da chi, ma presumibilmente dagli affezionati praticanti di quella disciplina. Soprattutto studenti che amavano sgambare, improvvisando partite anche a quattro squadre su quello spiazzo asfaltato. Dividendosi un canestro per ciascuno dei gruppi.

Da ieri mattina, l’Inviato Cittadino – in “salutatio matutina” al Grande Vecchio etrusco che domina la piazza – aveva notato questi palloni da basket ammalorati, sgonfi o tagliati. Poi nel pomeriggio, chiamato da un residente di prossimità, il cronista si è recato sul posto verificando che al centro di quella corona di palloni (sette) era stato collocato, e acceso, un lumino da morti. Una beffa. A danno di chi? Certamente si tratta di una civile e goliardica protesta contro le disposizioni che vietano la pratica sportiva in quello spazio urbano.

Al contrario dei giocatori delusi per il “ludus interruptus”, i vicini sono assai soddisfatti del divieto perché, specie nelle serate meno fredde, gli atleti andavano avanti a oltranza, in barba ai divieti e ai limiti di orario. Fino a impedire il riposo notturno, boicottato dai rimbalzi del pallone sull’asfalto. Tanto che un residente di nostra conoscenza ha tagliato la corda, vendendo casa e posando, in altra parte della città, le stanche membra.

Ora il gioco è momentaneamente inibito. Ma quei giovani fanno pesare il proprio dissenso. Chissà se proseguiranno nella macabra messinscena. Che ha il sapore di una sana goliardata, in linea con la tradizione universitaria del Griphonatus perusinus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento