rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Sala dei Notari: bellezza, moda e filantropia

Settimo Defil'Ant. Molto più di una sfilata, ma anche una rassegna delle eccellenze del nostro territorio

Sala dei Notari. Bellezza, moda e filantropia coniugate nel settimo Defil'Ant. Molto più di una sfilata, ma anche una rassegna delle eccellenze del nostro territorio.

Conduce brillantemente il ‘pomeriggio del cuore’ l’attrice Valentina Chiatti che ha risposto, 23 anni dopo, alla chiamata della sua insegnante Daniela Capitini. Come avvenne quando, ancora studentessa delle superiori, le toccò promuovere la neonata oncologia pediatrica.

Ant: una garanzia di sostegno sanitario, materiale e morale, attuato nelle forme del volontariato solidale. E non è un caso che alla meritoria Associazione sia stato riconosciuto, da parte della Presidenza della Repubblica, il rango di soggetto meritevole del Premio Volontariato per la Categoria Salute.

Per il Comune, che ha donato patrocinio e la massima sala istituzionale, porta il saluto Edi Cicchi che di terzo settore è maestra.

ANT si è inventata l’ospedale domiciliare. Come ci ricorda lo psicologo Giacomo Ercolani che segue i pazienti e le loro famiglie, ante e post eventum. 

Sono presenti Flavio Battistini per il nazionale e Mario Ercolanelli per la sezione Umbria. È per noi motivo d’orgoglio sentire che Battistini ricorda come l’iniziativa della sfilata sia unica in tutta Italia e che i pazienti seguiti da Ant ammontino alla rispettabile cifra di 3200. Un esercito, con salmerie fra medici e infermieri volontari, servizio sociale, amici e sostenitori. Gente di livello, come posso personalmente testimoniare senza far torto a nessuno.

In un clima improntato a calore e complicità, Valentina Chiatti si muove come un pesce nell’acqua, coi tempi precisi di chi è “animale da palcoscenico”, già regista e attrice di sicuro talento. Posso ben dirlo, avendola avuta come mia attrice in veste di Fatina nel Pinocchio perugino e di seducente Cappuccetto Rosso nella favola attualizzata “per adulti”.

Le funge da spalla la brava musicista e cantante Rita Tomassini, abile a stendere un tappeto sonoro di lusso, con musica per tutti i gusti. Mentre una quindicina di ragazze si preparano per le tre uscite di cui consta l’evento di moda.

Non è di scarso rilievo il fatto che gli abiti, i cappelli, le scarpe, gli accessori bijoux facciano capo alla donazione di imprese nostre, negozianti e produttori che hanno generosamente donato. E quei doni vengono messi in vetrina da ragazze giovani e brave, che hanno capito come essere belle non serva a niente se non si mettono a frutto i talenti a favore di quanti si trovano tra bisogno e malattia. E lo fanno con la freschezza e la spontaneità dei giovani. Ma anche con un tocco di classe. Forse più di un tocco.

Anche il trucco-parrucco, spiega Valentina, è opera dei giovani che si formano presso il consorzio Ecipa. Insomma: tutto fatto in casa, ma di livello decisamente alto.

Al Charity Point di via dei Filosofi 74 si potranno trovare gli oggetti visti in sfilata. Ma anche cesti natalizi realizzati con prodotti donati dalle aziende locali.

Non è un caso che lo slogan dello shop ANT si fregi del brand “Da cuore a cuore”. Perché è il cuore il centro della nostra vita. Almeno questo ci hanno insegnato. E abbiamo sempre creduto che “cuore” rimasse con “amore”. Come nelle canzoni di una volta. Rima banale, scontata. Forse. Ma profondamente vera. Almeno per chi – come ANT, come noi – si ostina a volerci credere. 

FOTO Sala dei Notari, molto più di una sfilata

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Sala dei Notari: bellezza, moda e filantropia

PerugiaToday è in caricamento