menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazione dei Mestieri del Cinema Umbri, è tutto pronto per una vera filiera del cinema nella nostra regione

Ne parla l'attrice folignate Eleonora Pieroni, madrina dell'Umbria in America: "In Umbria ci sono tutte le professionalità per avviare una macchina virtuosa di produzioni cinematografiche"

Oltre ad essere il palcoscenico perfetto per ogni genere di film, con la sua natura incontaminata, i borghi rimasti intatti da epoche immemori, le città moderne ma a misura di essere umano, l'Umbria possiede anche tutte le maestranze più competenti per gestire la creazione di un prodotto cinematografico.

Per questo motivo, già da diversi anni, è nata un'Associazione dei Mestieri del cinema umbri, una vera e propria macchina organizzativa in grado di gestire tutto quello che è necessario quando si vuole realizzare un film: sceneggiatori, location, truccatori, scenografi, ma anche la gestione logistica dei permessi per girare in alcuni luoghi, l'organizzazione di troupe e quant'altro necessario.

"Quello che manca, ora - spiega una delle ambasciatrici dell'Associazione, lattrice e modella folignate Eleonora Pieroni - è solo di mettere in moto questa macchina; ci vuole solo che le istituzioni regionali si mettano al nostro fianco per consentire a questa associzione di partire e operare, come avviene perfettamente in altre regioni italiane".

L'appello non è rimasto inascoltato da parte della Regione Umbria, se è vero che sta per essere costituita una Film Commission proprio per dare il via a questo progetto, per il quale è davvero tutto pronto.

La "madrina" Eleonora Pieroni tiene molto a questa iniziativa, essendo da sempre molto legata alle sue origini umbre, sebbene ora viva e lavori negli Stati Uniti (dove nel 2018 è stata testimonial dell'Umbria e madrina della Giorstra della Quintana, conquistando enormi consensi e guadagnando visibiltà per la nostra regione). Anche nella recente Festa del Cinema di Roma, Pieroni ha offerto una sua testimonianza all'interno di una serata dedicata al cinema umbro, sulla realtà dell'associazione. 

"L'Associazione dei Mestieri del cinema umbri - continua Pieroni - è in grado finalmente di aprire le porte dell'Umbria a qualsiasi produttore o regista, italiano o straniero, che desideri scegliere la nostra regione come set del suo film e quest è una grande opportunità per tutte le figure professionali del cinema che lavorano nella nostra terra. Tra l'altro, la vicinanza con Roma e con gli studi di Cinecittà, i collegamenti logistici con la Capitale e la presenza dell'aeropoto, rendono l'Umbria davvero la sede ideale per la realizzazione di tanti prodotti cinematografici".

Eleonora Pieroni ricorda come l'Asociazione abbia già girato due cortometraggi per promuovere l'Umbria; nel 2018 il corto "Umbria, la rinascita" e durante il lockdown "Perugia for the world", una raccolta di testimonianze sulla vita ai tempi del Covid.

La prospettiva futura, una volta che l'Associazione dei mestieri abbia preso a funzionare anche dal punto di vista burocratico, è che in Umbria si possa formare e incentivare una filiera di formazione sulle arti e i mestieri del cinema.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento