rotate-mobile
Economia

Vinitaly, Casa Umbria fa scuola nel mondo con l'abbinamento cioccolato e vino

Presentato il progetto pilota Carta dei Vini delle Donne del Vino Umbria e la nuova stagione di Cantine Aperte

A Casa Umbria al Vinitaly, al terzo giorno di manifestazione, gli eventi, le presentazioni, assaggi e le innovazioni si susseguono per tutto il  giorno intercettando appassionati ed esperti del settore. Di grande impatto è stato i, progetto “Eccellenze di gusto a confronto: cioccolato &vino dell’Umbria”, a cura della Camera di Commercio dell’Umbria e Umbria Top Wines,che  ha offerto un percorso guidato di degustazione di due prodotti artigianali di eccellenza del territorio umbro: il vino e il cioccolato. Cinque prodotti cioccolatieri realizzati da maestri dell’Umbria sono stati abbinati ad altrettanti vini regionali.

Nell’Area Eventi, al piano terra, Racconti del vino - viaggio nella storia a cura di AssoGal, ha visto Guido Farinelli, storico dell’alimentazione, accompagnare il pubblico in un viaggio tra le pieghe del tempo, rivivendo alcune incredibili storie legate all'Umbria, riscoprendo abitudini e usanze dei nostri territori, e gli antichi mestieri legati al mondo del vino, inclusi i luoghi dove il vino veniva consumato, come bettole e cantinoni, spazi che per secoli hanno rappresentato un ambiente quotidiano nella vita delle classi subalterne, ma apprezzati anche da nobili e borghesi.

A seguire, l’incontro Il Prosciutto di Norcia: l’arte tramandata nel tempo tra segreti e passione, dove il Consorzio di Tutela Prosciutto di Norcia IGP si è raccontato attraverso aneddoti e storie antiche, accompagnati da assaggi. A pranzo, le peculiarità della regione sono tornate protagoniste con Il Custode dell’Orto: l’agrobiodiversità a tavola, a cura di 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria. La
brigata, coordinata dalla poliedrica Valentina Dugo, ha illustrato i piatti, l'irripetibilità delle risorse genetiche presenti e le specificità culturali che ne denotano la provenienza, alternando interventi “tecnici” dei sommelier che hanno accompagnato la degustazione. l'obiettivo è stato quello di valorizzare l'esperienza dell'agrobiodiversità come ricchezza e opportunità, sia culturali sia di mercato, rappresentate dalle risorse genetiche autoctone dell'Umbria.

L’appuntamento usuale Un Sorso & un Morso, a cura di 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria, ha messo in luce le peculiarità dei vitigni iscritti al Registro regionale della biodiversità di interesse agrario, con alcune aziende pioniere che stanno impiantando e vinificando questi vitigni in bottiglie che rappresentano un unicum del territorio, in abbinamento a degustazioni di agrobiodiversità, pensate per esaltare il connubio fra cibo e vino.

Nell’area Umbria Wine Academy (al piano superiore dello stand), l’Associazione Donne del Vino Umbria ha presentato Sorsi di Cultura, un racconto dei territori umbri attraverso la cultura enologica regionale al femminile. A questo è seguita la presentazione del  progetto pilota Carta dei Vini delle Donne del Vino Umbria; e una degustazione dei vini in compagnia delle produttrici. Il Consorzio Tutela Vini Trasimeno ha illustrato le potenzialità del Trasimeno Gamay, un vitigno che rappresenta più di una scommessa per il territorio. Racconti e degustazioni, in compagnia dei produttori che ne custodiscono il segreto e le peculiarità, hanno arricchito l'incontro.

A metà mattina, con la Masterclass Vinitaly 24, a cura di Umbria Top Wines, operatori selezionati da Paesi di interesse hanno incontrato undici produttori di vino locali in un appuntamento B2B. Nel pomeriggio è stato il turno di “Cantine Aperte 2024 - Nuovo portale di prenotazione enoturistica: istruzioni per l’uso”, a cura di Movimento Turismo del Vino Umbria, ha presentato il nuovo portale che faciliterà l'organizzazione e la fruizione dell’evento di punta del calendario annuale.

 Infine, il Consorzio Tutela Vini Torgiano si è presentato attraverso una degustazione guidata e un racconto del vitigno sovrano della denominazione: “Unicità del Sangiovese di Torgiano: finezza, materia e sfida al tempo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vinitaly, Casa Umbria fa scuola nel mondo con l'abbinamento cioccolato e vino

PerugiaToday è in caricamento