rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Economia

Gmf premia i figli dei collaboratori: borse di studio per chi si è distinto nell'ultimo anno scolastico

L'iniziativa del gruppo Unicomm è andata a favori di 56 ragazzi, 17 a Perugia. L'ad Paola: "Vogliamo celebrare non solo il loro impegno, ma anche tutti i giovani che si dedicano al loro sviluppo futuro"

Anche nel 2024 il Gruppo Unicomm ha deciso di portare avanti una delle attività più importanti ed apprezzate nell’ambito della vita aziendale: si tratta della scelta di premiare i figli dei collaboratori del Gruppo che si siano distinti per il merito scolastico e universitario nel corso dell’anno.
È la sesta edizione dell’iniziativa, che non si è interrotta nemmeno nel periodo della pandemia, quando la cerimonia si è tenuta online.

Quest’anno sono stati premiati 56 ragazze e ragazzi. 

La cerimonia di consegna ai vincitori Umbri si è tenuta lunedì 8 aprile, presso la sede Gmf di Perugia , alla presenza dell’amministratore delegato Giancarlo Paola. Le borse di studio fanno riferimento all’anno scolastico/accademico 2022/2023 e sono destinate ai neodiplomati di scuola secondaria di secondo grado e ai neolaureati triennali, magistrali o a ciclo unico.

L'iniziativa delle borse di studio è diventata parte integrante della cultura aziendale - spiegano i titolari del Gruppo, Marcello e Mario Cestaro. Nonostante la crescita significativa di Unicomm negli ultimi decenni, l'azienda ha mantenuto salda la sua natura familiare. Questo è un punto di orgoglio per noi, poiché dimostra il nostro impegno nei confronti dei valori umani e della qualità delle persone. Mantenere queste caratteristiche distintive mentre l'azienda cresce rappresenta una delle sfide più impegnative che ci siamo posti. Le borse di studio incarnano questo spirito: da un lato, investiamo nei nostri collaboratori premiando le loro figlie e i loro figli, riconoscendo così i sacrifici che molti di loro hanno fatto per garantire loro un'istruzione di qualità; dall'altro, inviamo un messaggio forte alle giovani generazioni, sottolineando l'importanza dell'acquisizione di competenze e la valorizzazione dello studio e del merito.

"Quest’anno il Gruppo Unicomm ha premiato 56 ragazze e ragazzi, provenienti da tutte e sette le regioni in cui operiamo - sottolinea Giancarlo Paola - dei quali 17 figli di collaboratori di Gmf Questi giovani rappresentano per noi un simbolo importante: attraverso questo riconoscimento vogliamo celebrare non solo il loro impegno, ma anche tutti i giovani che si dedicano al loro sviluppo futuro. In Italia, spesso la meritocrazia viene trascurata e il percorso verso il successo è più difficile per coloro che dispongono di minori risorse. Noi crediamo fermamente nell'uguaglianza di opportunità per tutti, poiché il nostro Paese ha bisogno dell'apporto delle migliori menti. Le borse di studio che offriamo possono sembrare un contributo modesto, ma rappresentano un messaggio di speranza per tutti i giovani che desiderano costruire un futuro qui, nel nostro Paese. Con oltre 8.000 collaboratori, la famiglia di Unicomm continua a crescere, e investire nei giovani e nelle loro competenze rimane al centro della nostra strategia aziendale".

1200x1200_GMF_diplomi_2024-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gmf premia i figli dei collaboratori: borse di studio per chi si è distinto nell'ultimo anno scolastico

PerugiaToday è in caricamento