menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubava portafogli in ospedale, quando un particolare aiuta la Polizia

Alquanto maldestro e già noto alle Forze dell'Ordine, l'uomo è stato fermato ieri, 14 maggio, dagli agenti della Questura di Perugia. Immediata è scattata la denuncia

Non si può certo dire che fosse un esperto ladro e neanche che dotato di una grande astuzia. Tutto ha inizio nei giorni scorsi, quando alla Questura di Perugia si presenta una dipendente dell’azienda ospedaliera per denunciare il furto di portafogli lasciato temporaneamente incustodito nello spogliatoio.

I poliziotti, sapendo che erano stati trafugati i contanti ed un “bancomat”, hanno avviato gli accertamenti presso gli sportelli bancari della zona e hanno scoperto che su un istituto bancario di Viale San Sisto erano stati compiuti dei tentativi di prelievo con il bancomat sottratto poco dopo il furto.

Visionando le immagini dei sistemi di protezione dell’Istituto, gli agenti sono riusciti a identificare il volto del maldestro autore, un magrhebino con visibilissimo e particolarissimo orecchino al lobo sinistro.

Nella speranza di individuarlo agli ingressi dell’Ospedale gli agenti hanno quindi avviato verifiche sul transito del numeroso flusso di persone fino a che ieri, 14 maggio, non hanno notato un individuo molto rassomigliante uscire dall’ospedale, salire su un autobus e allontanarsi.

Gli uomini della Questura lo hanno dunque fermato l’uomo e hanno notato che in maniera inequivocabile indossava ancora l’orecchino; inconfutabili le prove a suo carico, peraltro riscontrate dai numerosi precedenti penali. È quindi denunciato per il reato specifico (previsto dall’art 55 del D.L.  231/2007). Sono in corso verifiche su eventuali altri analoghi episodi delittuosi commessi di recente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento