menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Governo cambia parametri e spinge l'Umbria in direzione "zona arancione": ecco da quando

Il passaggio praticamente annunciato oggi alla Camera e al Senato dal Ministro Speranza. I contagi sono in rialzo ma la situazione non è quella del novembre 2020. Ma cambiando i parametri... si avvicina di brutto anche la zona rossa

Arancioni più per i nuovi parametri del Ministro e del Comitato Scientifico che rispetto ai contagi che comunque sono preoccupantemente in crescita. Il destino dell'Umbria sembra inevitabilmente segnato dopo le parole scandite alla Camera e al Senato del Ministro Speranza da sempre, insieme ai colleghi del Pd, tra quelli che richiedono restrizioni maggiori per affrontare il Covid. "12 regioni e province autonome sono ad alto rischio, 8 sono a rischio moderato di cui 2 in progressione a rischio alto e una sola regione è a rischio basso": ha detto l'esponente del Governo Conte che di fatto ha preannunciato un'Italia quasi tutta arancione che se da una parte ci tutelerebbe dall'avanzata del morbo, dall'altra però fa sprofondare ancora più giù l'economia della Regione e del Paese in un momento in cui nessuno però parla di ristori, di sostegno ai singoli e dove invece sono state spedite le cartelle dell'Agenzia delle Entrate. Arancione vuol dire ancora più isolamento pesantissimo per le persone.

Ed ecco dunque l'Umbria virtuosa sui vaccini (la prima in italia ad utilizzare le scorte e a programmare la somministrazione), che ha portato a 186 i posti in terapia intensiva da appena 69 di un anno fa, che potrà contare su un ospedale mobile (da campo) tutto suo con altri posti in terapia intensiva e di degenza ordinaria, tornare da gialla (dopo il blocco di Natale e Capodanno) in fascia superiore. Il tutto con un Rt (l'indice contagio) che oscilla tra intorno all'1 per cento. E' vero che in Umbria i contagi sono in risalita intorno ad una media giorno di 250 ma in passato la zona arancione è scattata quando la pandemia infuriava sopra 600 nuovi positivi e il 55 per cento delle terapie intensive era occupato (ora siamo intorno al 43 per cento).

Si entra in zona arancione, ribadiamo, con il cambio dei parametri di valutazione rispetto a quelli del passato. Almeno stando  ai dati dell'andamento del Covid in Umbria oggi. Ma quando gli umbri potranno avere la certezze e sapranno anche i divieti da rispettare? La crisi di Governo pesa molto sulle date - Italia Viva ha ritirato i propri ministri aprendo la crisi del Conte Bis - ma secondo le indicazioni dell'Esecutivo: L'ufficializzazione dell'eventuale passaggio è prevista per venerdì 15 gennaio. Il 16 gennaio entrerà in vigore il nuovo Dpcm che ufficializza nuovi criteri che abbasseranno le soglie per l'inserimento delle regioni in zona arancione o rossa. Il 17 gennaio saranno in vigore le ordinanze del ministro della Salute, Roberto Speranza, che assegneranno le fasce alle varie Regioni, con relative restrizioni. Cosi è se vi pare...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento