Umbra Acque, la bolletta diventa bimestrale e se si consuma di più ogni 30 giorni

L'azienda ha deciso di incassare prima i consumi dell'acqua delle famiglie e delle imprese. Da quadrimestrale diventerà bimestrale: per le famiglie le scadenze anche con gli altri bollettini si concentrano sempre di più. Scattano le prime polemiche

La bolletta dell'acqua arriverà per la gran parte delle famiglie in forma bimestrale e non più ogni quattro mesi come capitava fino a poche settimane fa. Umbra Acque ha deciso da agosto di adottare l'invio del bollettino a secondo dei consumi stilati. Praticamente per le case sfitte o a basso consumo la bolletta addirittura sarà semestrale, mentre un consumo medio - la famiglia tradizionale - sarà certificato in 60 giorni. C'è anche la formula mensile per i super consumi che dovrebbe riguardare soprattutto le attività commerciali. L'obiettivo è quello di incassare più velocemente i consumi puntando su cifre dilazionate e dall'importo minore rispetto a quelle quadrimestrali. Aumentano infatti gli insoluti a cui l'azienda deve far fronte.

Ma la formula rischia di risultare non molto gradita per le famiglie: scadenze di pagamento sempre più pressanti e che si accumulano con le altre bollette dei servizi. Più costi sia tramite accredito bancario o bollettino postale.  "Umbra Acque - scrive l'azienda nel proprio sito - spa a partire dal mese di Agosto 2013 ha previsto il passaggio da una a due letture annue ed una emissione delle bollette a frequenza semestrale, bimestrale e mensile, in funzione dell'entità dei consumi di ciascuna utenza. La bolletta in acconto è calcolata su un consumo stimato, corrispondente alla media storica dei consumi del cliente. In assenza di consumi storici (ad esempio nel caso di nuova utenza) la stima del consumo viene eseguita in base ai consumi medi della rispettiva categoria tariffaria (esempio: se si tratta di cliente residente con contratto con uso domestico, i consumi medi saranno quelli della categoria tariffaria domestico residente). I consumi addebitati in acconto  sono conteggiati con il metodo pro-die in relazione ai giorni che intercorrono dalla data dell’ultimo consumo fatturato alla data indicata in bolletta".

La decisione di Umbra Acque ha già sollevato un caso politico in Consiglio regionale. Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia ha presentato una interrogazione per far ritornare la bolletta dell'acqua con scadenza quadrimestrale: "Far recedere o comunque far sospendere l’efficacia della decisione di Umbra Acque, tanto più se assunta, come sembra, senza il coinvolgimento dell’Assemblea dei Comuni, che andrebbe invece prontamente riunita se non fatto in precedenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento