rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Umbria, Monica Bellucci indosserà il Grifo ricamato Cruciani-Caprai

Il celebre braccialetto "Viva l'Italia" ricamato a mano della famiglia Caprai sarà indossato con una variante limitatissima dall'attrice Monica Bellucci. Un binomio perfetto per il made in Umbria

La divina Monica Bellucci, attrice di Città di Castello ma ormai residente in Francia, sfoggerà il simbolo del "Grifo" indossando il braccialetto a edizione limitata (tutto prodotto a mano) dell'azienda Cruciani-Caprai che ha immesso nel mercato internazionale il bracialetto ricamato a mano con tre quadrifogli tricolori dal nome evocativo di "Viva l'italia".

Una promozione diretta e indiretta del made in Umbria che Monica Bellucci porterà in giro del mondo anche grazie alla proposta fatta dal Presidente della Provincia di perugia Marco Vinicio Guasticchi. Il braccialetto Cruciani-Caprai è soltanto l'ultimo prodotto della grande  famiglia umbra Caprai che in questi anni di crisi ha investito molto sulle proprie aziende aumentando fatturato e posti di lavoro.

Una caso raro visto il ricorso alla cassa integrazione sistematico delle aziende di casa nostra. Il Presidente Guasticchi oggi in Provincia ha premiato gli imprenditori Arnaldo Caprai e il figlio Luca Caprai con una delle formelle storiche che rappresentano l'ente. La motivazione sta tutta nell'attaccamento al territorio dove si producono tutte le novità di mercato dell'azienda.

Scheda gruppo tessile Caprai (braccialetti)

I braccialetti nascono da un’idea di Luca Caprai, patron del marchio Cruciani. Questa idea non è venuta per caso, infatti i braccialetti sono realizzati ad ago in pizzo macramè dalla Arnaldo Caprai Gruppo Tessile, guidata dal 1955 dal papà di Luca, il cav. Arnaldo Caprai, e quindi assolutamente 100% made-in-Italy. La Arnaldo Caprai Gruppo Tessile (www.caprai.it) è la più importante azienda di produzione di biancheria per la casa impreziosita con merletti; ha la più grande Collezione Museale privata delle Arti Tessile esistente al mondo, la prima a diventare virtuale nel sito www.museocaprai.it; ha una propria filiera tessile completa, dal filato al prodotto finito ed è stata una delle prime aziende a ad ottenere il certificato "TF- Traceability & Fashion", il marchio che identifica il sistema di tracciabilità dell’Italian Textile Fashion, garantendo così il suo essere…orgogliosamente Made in Italy dal 1955. La Cruciani (www.cruciani.net) produce e distribuisce capi di maglieria e total look di altissima qualità. Il bracciale quadrifoglio è un gioiello ad ago, originale anche come idea regalo corredata da una frase di buona fortuna stampata in 9 lingue.
 
Disponibile in ben 43 varianti di colore. Il fenomeno dei braccialetti quadrifoglio Cruciani scoppia nell'agosto 2011 quando davanti alla boutique Cruciani di Forte dei Marmi si registrano (e si registreranno per i successivi 60 giorni) code interminabili di persone che affollano il negozio, giorno e notte, pur di accaparrarsi uno o più colori del braccialetto dell'estate. Il boom non impiega molto ad estendersi a tutta la Penisola e non solo (Europa, America e Giappone). Con l'arrivo della Vogue Fashion Night Out meneghina i braccialetti fanno il loro debutto ufficiale anche a Milano, dove il successo è subito garantito e riconfermato da un'edizione limitata dell'ambitissimo braccialetto, realizzata dalla maison in occasione della settimana della moda milanese. Il successo di questo piccolo gioiello di artigianalità italiana, che in soli 2 mesi riscuote la popolarità di un oggetto cult, viene poi, alla fine del settembre 2011, devoluto in favore di un impegno serio ed solidale: il braccialetto quadrifoglio diventa infatti un progetto charity per la città di Fukushima: "Cruciani x 3/11".
 
La popolarità del braccialetto, che nel frattempo ha conquistato anche i più insospettabili, continua a crescere e nel novembre 2011 si sperimenta in un nuovo e affascinante progetto, questa volta dedicato alla Cina: "Made in China". Gli oramai celeberrimi braccialetti quadrifoglio Cruciani diventano infatti il soggetto di due opere d'arte dell'artista Marco Bertin. In poco meno di tre mesi il braccialetto Cruciani ha raggiunto il gotha degli oggetti di culto, un successo conquistato e assicurato solo dal suo dna dell'eccellenza, garantito dal nome che porta: Cruciani.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, Monica Bellucci indosserà il Grifo ricamato Cruciani-Caprai

PerugiaToday è in caricamento