menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe porta a porta, il venditore raggira anziano: scatta la denuncia per un 22enne

Prima si è intrufolato in casa sua, poi gli ha fatto firmare una carta con fare ingenuo, ma si trattava di un contratto. Altra storia invece per una donna truffata proprio dal vicino di casa

Si tratta di due episodi distinti, ma che possono essere collegati tra loro per la tipologia di reato molto simile. Tutto parte da una denuncia sporta da un 87enne di Città di Castello. L’uomo, una volta in Caserma, ha raccontato di avere ricevuto una strana chiamata per il pagamento della corrente elettrica e del telefono, da parte di società diverse da quelle di cui era cliente da anni.

I Carabinieri, dopo aver acquisito la documentazione e ricostruito la vicenda, sono risaliti ad un 22enne residente in provincia di Perugia il quale, incaricato da una Società di servizi di ricercare nuovi clienti per alcune aziende operanti nelle telecomunicazioni e nella fornitura di energia elettrica, tempo addietro si era recato presso l’abitazione dell’anziano prospettandogli la possibilità di ottenere vantaggi economici se avesse cambiato gestore. L’anziano, pur non conoscendo nel dettaglio il contenuto dell’offerta, fu indotto, con alcuni raggiri, a firmare un foglio che solo dopo ha saputo essere il contratto di sottoscrizione. Non contento il 22enne ha anche sottoscritto a nome del pensionato, falsificandone la firma, un ulteriore contratto con una società telefonica.

Storia diversa, invece, quella che vede come protagonista un 30enne residente a Città di Castello che ha ben pensato di attivare una linea telefonica residenziale presso la propria abitazione in affitto, utilizzando le generalità di una donna del posto, sua vicina di casa. Quando alla signora è giunta la prima bolletta, ha prima pensato ad un errore ma poi, approfondendo, ha capito di essere rimasta vittima di una vera e propria truffa ed ha sporto denuncia. Ai Carabinieri sono stati sufficienti pochi accertamenti per individuare l’autore il quale, oltre che di truffa, dovrà altresì rispondere del reato di sostituzione di persona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento