Cronaca

Il territorio di Torgiano non sarà violato: niente vasca liquami per impianto di biodigestato, ha vinto il dialogo

Alla fine il dialogo e il buonsenso ha vinto a Torgiano. Motivo del disputar? Un vasta vasca di liquami - impianto di biodigestato - da realizzare in uno dei territori più amanti e conosciuti in Umbria - Torgiano - per giunta a pochi chilometri in linea d'aria dalla frazione di Signoria, in cui abitanti avevano messo in piedi un comitato per ribadire un no secco a tutela del paesaggio ma anche della loro salute. Alla fine, come già detto, il dialogo - iniziato dal sindaco Nasini - ha portato l'azienda agricola promotrice del progetto a ritirarlo.

"Il progetto riguardava, in sostanza, la realizzazione di una laguna di stoccaggio di rifiuti liquidi da biogestore. Abbiamo avuto numerosi incontri – hanno spiegato il sindaco Nasini e il vice Morbidini – con l’azienda agricola IRACI che proponeva la realizzazione dell’impianto, proprio in una zona adiacente al centro abitato di Signoria. Alla fine, l’azienda ha compreso le ragioni del dissenso. Questa è la dimostrazione degli ottimi rapporti che, da sempre, intercorrono con l’azienda che è leader nel territorio”. “Si è compreso – aggiunge Morbidini – il negativo impatto ambientale che l’opera avrebbe avuto sulla zona e i possibili effetti negativi sui suoi abitanti”. Non capita spesso trovare imprenditori illuminati che sacrificano un loro progetto industriale a favore del territorio. Complimenti all'azienda Iraci. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il territorio di Torgiano non sarà violato: niente vasca liquami per impianto di biodigestato, ha vinto il dialogo

PerugiaToday è in caricamento