menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

LO STUDIO È possibile che San Francesco abbia avuto ascendenti in quel di Poggio Morico

È possibile che San Francesco abbia avuto ascendenti in quel di Poggio Morico? Lo sostiene argomentatamente Marcello Betti, in un servizio comparso su “Il Rubino” a firma dell’amico Giovanni Zavarella. Spiega Betti: “Il nome completo di Francesco d’Assisi era Giovanni Francesco di Bernardone de’ Moricone, cognome della famiglia del padre. Almeno, così fu battezzato”. Betti e Zavarella si sono inerpicati per un sopralluogo fino a Poggio Morico, detto anche Poggio di Sopra, frazione del comune di Valfabbrica.

“Paesello” perché: nel 1666, risultano 89 anime, che salgono a 140 nel 1805 per ascendere a 241 nel 1946. Betti può peraltro vantare dei remoti ascendenti in quella località. Betti aggiunge una curiosità: “Anche il Rettore Moriconi potrebbe essere dello stesso… 'ceppo"', poiché la sua famiglia mi hanno detto che proverrebbe dallo stesso bacino”. Ma, tornando all’assunto iniziale, la tesi di Betti è che gli avi di Francesco d’Assisi potessero provenire proprio da Poggio Morico, come sosterrebbe il cognome paterno.

Fonte di preziose informazioni è stato il sacerdote don Vittorio Falcinelli che collega quel termine ad antichi documenti. Il nome del castello sarebbe “Poggio dei figli di Morico” e da costui sarebbero discesi Boninsegna, Bernardo e Offreduccio. Peraltro, un membro della famiglia Morici seguì la predicazione di Francesco: perché non pensare che potesse essere un suo parente? Tra l’altro, qualche membro della gens Moricia avrebbe esercitato l’arte della mercanzia di stoffe: tradizione di famiglia?

Quale che sia la verità, conclude Zavarella, e noi con lui: “A proposito delle origini della famiglia di San Francesco in Poggio Morico, non ho nulla per affermarlo. Di sicuro, la famiglia di Francesco aveva tanti poderi. E nessuno può escludere o affermare in assoluto che gli ascendenti non avessero possedimenti anche in quel di Poggio Morico”. Appunto: “Nec adfirmare, nec refellere”, come diceva lo storico latino Tito Livio. Ma la pista di ricerca fornita da Marcello Betti non è priva d’interesse. Anche perché potrebbe coinvolgere il Magnifico Rettore dello Studium Perusinum Franco Moriconi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento