Peculato, ecco i sette consiglieri del Pdl rinviati a giudizio. Il processo nel 2021

Peculato. E' questa l'ipotesi d'accusa sostenuta dalla procura del capoluogo a carico dell'ex gruppo consiliare del Pdl nell'ambito dell'inchiesta sulle spese in consiglio regionale, nata a seguito degli accertamenti condotti dalla Finanza

Peculato. E' questa l'ipotesi d'accusa sostenuta dalla procura del capoluogo a carico dell'ex gruppo consiliare del Pdl nell'ambito dell'inchiesta sulle spese in consiglio regionale, nata a seguito degli accertamenti condotti dalla Finanza sulle rendicontazioni dei gruppi consiliari di Palazzo Cesaroni tra il 2011 e il 2012.

Il giudice per l'udienza preliminare Piercarlo Frabotta ha stabilito  che sarà necessario il vaglio dibattimentale per chiarire le contestazioni mosse dalla procura e ha rinviato a giudizio al prossimo 23 novembre 2021: Raffaele Nevi attuale deputato di Forza Italia e ex capogruppo Pdl; Massimo Monni (passato con il Centro Sinistra ed ha presentato liste insieme ai socialisti di Rometti); Rocco Valentino (ex Pdl); Maria Rosi; Massimo Mantovani (più volte consigliere regionale di Forza Italia e Pdl); Andrea Lignani Marchesani (ora consigliere comuninale Fratelli d'Italia a Città di Castello); Alfredo De Sio (già consigliere di Alleanza Nazionale e poi Pdl). 

"Non sono contestate nè ruberie nè spese per fini personali, hanno redicontato in maniera generica, questa è l'accusa - spiega l'avvocato Laura Modena, difesore dell'ex capogruppo Nevi - si ravvisa il peculato in una rendicontazione insufficiente, tengo a sottolineare che in nessuna delle contestazioni si ravvisano spese di carattere personale". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'inchiesta sulle presunte spese pazze coordinata dalla procura di Perugia (pm Abbritti) è praticamente finito quasi tutto il vecchio consiglio regionale. Nelle settimane scorse anche l'ex capogruppo di Rifondazione Comunista, Damiano Stufara, era stato rinviato a giudizio, mentre l'udienza preliminare  a carico dei socialisti Silvano Rometti (difeso dall'avvocato Fernando Mucci) e dell'ex capogruppo Massimo Buconi (avvocato Francesco Falcinelli) era stato rinviato al prossimo 2 ottobre per una valutazione di scelte processuali (eventuali riti alternativi per entrambi) al vaglio della difesa. Per l'ex gruppo del Pdl il processo inizierà dunque nel 2021. Il pool difensivo è rappresentato dagli avvocati: Francesco Falcinelli, Laura Modena, Pierluigi D'Acunto, Luciana Veschi, Gabriele Caforio, Francesco Rosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carlo Acutis, tante le richieste di visita: posticipata la chiusura della tomba del beato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 15 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 16 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Flash | Ordinanza regionale della Tesei: alternanza lezioni a distanza e da casa per studenti delle Superiori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento