Cronaca

Peculato, ecco i sette consiglieri del Pdl rinviati a giudizio. Il processo nel 2021

Peculato. E' questa l'ipotesi d'accusa sostenuta dalla procura del capoluogo a carico dell'ex gruppo consiliare del Pdl nell'ambito dell'inchiesta sulle spese in consiglio regionale, nata a seguito degli accertamenti condotti dalla Finanza

Peculato. E' questa l'ipotesi d'accusa sostenuta dalla procura del capoluogo a carico dell'ex gruppo consiliare del Pdl nell'ambito dell'inchiesta sulle spese in consiglio regionale, nata a seguito degli accertamenti condotti dalla Finanza sulle rendicontazioni dei gruppi consiliari di Palazzo Cesaroni tra il 2011 e il 2012.

Il giudice per l'udienza preliminare Piercarlo Frabotta ha stabilito  che sarà necessario il vaglio dibattimentale per chiarire le contestazioni mosse dalla procura e ha rinviato a giudizio al prossimo 23 novembre 2021: Raffaele Nevi attuale deputato di Forza Italia e ex capogruppo Pdl; Massimo Monni (passato con il Centro Sinistra ed ha presentato liste insieme ai socialisti di Rometti); Rocco Valentino (ex Pdl); Maria Rosi; Massimo Mantovani (più volte consigliere regionale di Forza Italia e Pdl); Andrea Lignani Marchesani (ora consigliere comuninale Fratelli d'Italia a Città di Castello); Alfredo De Sio (già consigliere di Alleanza Nazionale e poi Pdl). 

"Non sono contestate nè ruberie nè spese per fini personali, hanno redicontato in maniera generica, questa è l'accusa - spiega l'avvocato Laura Modena, difesore dell'ex capogruppo Nevi - si ravvisa il peculato in una rendicontazione insufficiente, tengo a sottolineare che in nessuna delle contestazioni si ravvisano spese di carattere personale". 

Nell'inchiesta sulle presunte spese pazze coordinata dalla procura di Perugia (pm Abbritti) è praticamente finito quasi tutto il vecchio consiglio regionale. Nelle settimane scorse anche l'ex capogruppo di Rifondazione Comunista, Damiano Stufara, era stato rinviato a giudizio, mentre l'udienza preliminare  a carico dei socialisti Silvano Rometti (difeso dall'avvocato Fernando Mucci) e dell'ex capogruppo Massimo Buconi (avvocato Francesco Falcinelli) era stato rinviato al prossimo 2 ottobre per una valutazione di scelte processuali (eventuali riti alternativi per entrambi) al vaglio della difesa. Per l'ex gruppo del Pdl il processo inizierà dunque nel 2021. Il pool difensivo è rappresentato dagli avvocati: Francesco Falcinelli, Laura Modena, Pierluigi D'Acunto, Luciana Veschi, Gabriele Caforio, Francesco Rosi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peculato, ecco i sette consiglieri del Pdl rinviati a giudizio. Il processo nel 2021

PerugiaToday è in caricamento