rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

SICCITA' | Non c'è più tempo, servono provvedimenti urgenti: il Tevere in Umbria praticamente un torrente, nel Lazio addio navigabilità

Le analisi della Società Italiana Geologia Ambientale sul grande fiume del Centro Italia. Trasimeno vicino ai meno 2 metri

E' questioni ormai di ore, data la situazione drammatica, il varo di provvedimenti nazionali a ricaduta sulle regioni del Paese per l'emergenza idrica che sta sconvolgendo tutto il Nord e il Centro dove non piove da tempo e i laghi, fiumi e le sorgenti sono ridotte a meno della metà dei valori del periodo di inizio estate. Se il Lago Trasimeno continua a scendere ed è vicino alla soglia di meno 2 metri - un dato che non si vedeva dalle grandi secche di inizio 2000 -, il grido d'allarme del Tevere è ancora più allarmante tanto da richiare di non essere più navigabile nei tratti romani-laziali. Una dimostrazione arriva dai rilievi sul grande fiume - ormai neanche più biondo a causa della secca - in Umbra: il rilevamento idrometrico effettuato a Ponte Nuovo di Torgiano (Regione Umbria) ha evidenziato un livello che si attesta al metro e 18 centimetri mentre il valore normale è compreso tra 5.70 e i 4.50 metri.

Questo vuol dire che nella miglire dell'ipotesi sono scomparsi oltre 3 metri di profondità. E siamo solo all'inizio dell'estate e non si intravedono piogge all'orizzonte. Nella Regione Lazio, invece, la stazione idrometrica di Roma Ripetta ha registrato un valore al di sotto dei 5 metri rispetto al livello di guardia. Ciò determina un rischio per la navigazione nel tratto urbano del fiume. Si rischia un drammo per la fauna ittica sche frutta le poche pozze profonde dove però l'ossigenazione diventa problematica.

E anche in caso di pioggia - salutare per tanti versi - ci sarà lo stesso una moria di pesci: "Per gli impatti sulla biodiversità la storia ci insegna che dopo un lungo periodo di siccità con la prima pioggia si verifica la moria di ingenti quantità di pesci nel fiume Tevere”: secondo le analisi della Società Italiana Geologia Ambientale. Servono provvedimenti immediati per arginare lo spreco d'acqua anche in Umbria dove è stato rilevato un "Rischio Alto" e il giudizio è in netto peggioramente. Cosa si aspetta?
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SICCITA' | Non c'è più tempo, servono provvedimenti urgenti: il Tevere in Umbria praticamente un torrente, nel Lazio addio navigabilità

PerugiaToday è in caricamento