menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrato un arsenale di armi: 47enne arrestato e giovanissimo denunciato

Blitz della squadra Mobile di Perugia, 28 fucili e due revolver senza matricola nascoste nel garage. Nei guai anche giovanissimo

Un arsenale (illegale) di armi sequestrato, un 47enne finito in manette e un giovanissimo denunciato. E’ il bilancio dell’operazione della squadra Mobile della Questura di Perugia, che ha permesso così di rinvenire e porre sotto sequestro un vero e proprio arsenale di fucili da caccia e due revolver e cartucce.

Gli agenti stavano da tempo monitorando un giovane italiano, già gravato da precedenti per reati contro il patrimonio, nei cui confronti sussistevano fondati sospetti che potesse detenere armi o refurtiva. Il blitz degli agenti ha dato esito positivo: durante la perquisizione in casa sono stati ritrovati due fucili da caccia calibro 12, risultati provento di furto in abitazione consumato nell’aprile di quest’anno a Castel del Piano. Il giovane è stato così denunciato per ricettazione e detenzione illegale di armi comuni da sparo.

Le indagini sono proseguite alla ricerca di altre armi e si sono indirizzate nei confronti di un 47enne pluripregiudicato (di recente sottoposto a una misura alternativa alla detenzione). Anche in questo caso il blitz degli agenti ha dato esito positivo: nel bagagliaio della sua auto e nel garage sono stati ritrovati  una canna di fucile da caccia calibro 12, parte del terzo fucile asportato in occasione del furto in abitazione a Castel del Piano, 23 fucili ad avancarica; 2 fucili a canna sovrapposta, 2 fucili monocanna, 2 revolver a tamburo calibro 22 (queste ultime tutte armi clandestine poiché prive di matricola o altri segni identificativi); nonché 1 fucile semiautomatico calibro 12 per cui sono in corso ulteriori accertamenti e 66 cartucce da caccia.

Per il 47enne, che non è titolare di alcun titolo di polizia in materia di armi, si sono aperte le porte del carcere. Dovrà rispondere di detenzione e porto di armi comuni da sparo clandestine, di detenzione illegale di munizionamento comune da sparo e ricettazione.

I due fucili e la canna del terzo fucile asportati in occasione del furto in abitazione a Castel del Piano sono stati riconosciuti come propri dal legittimo proprietario, e pertanto gli saranno restituiti una volta cessate le esigenze investigative e giudiziarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento