menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, preghiere e solidarietà per i cristiani in Siria: raccolta fondi per aiutare una famiglia

Stasera, alle 21, presso la basilica di San Costanzo, dopo il rosario e la testimonianza, si concretizzerà un piccolo gesto di solidarietà nei confronti di una famiglia siriana

Il Centro culturale Maestà delle Volte (di via Bartolo, 53) ricorda alla città un evento che  incrocia felicemente preghiera e solidarietà. Si tratta dell’appuntamento di preghiera per i cristiani e per le minoranze perseguitate, organizzato dal Comitato Nazarat di Perugia. Il Comitato trae origine e motivazione dalla precisa  volontà di far sentire una vicinanza spirituale a questi fratelli, in pericolo di vita a causa della loro fede.

Stasera, alle 21, presso la basilica di San Costanzo, dopo il rosario e la testimonianza, si concretizzerà un piccolo gesto di solidarietà nei confronti di una famiglia siriana, ora residente in Toscana. I membri di questa famiglia producono artigianalmente saponi di Aleppo ed essenze che potranno essere acquistati a libera offerta.  Dichiara il vicario apostolico di Aleppo: “La nostra presenza in  medio Oriente è importante per tutti. Noi testimoniamo Cristo. Paolo si è convertito alle porte di Damasco. Ciò che è capitato una volta forse si potrà ripetere”.

Parole che hanno fatto breccia nel cuore di tanti perugini. Aver scelto, inoltre, la chiesa di Costanzo, patrono della città, acquista un  profondo senso identitario. Perugia si conferma modello di integrazione multiculturale e interreligiosa, sulla scia della predicazione di monsignor Elio Bromuri e del messaggio del “religioso laico” Aldo Capitini. Un’occasione per confermare la peruginità come elemento distintivo di umana solidarietà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento