rotate-mobile
Cronaca

Ruba il bancomat allo zio della moglie per pagare le scommesse, 37enne nei guai

In due giorni spesi 1.220 euro, processato per indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento

Ruba il bancomat alla moglie e lo utilizza per pagare le scommesse. La carta bancaria, però, non era neanche della donna, ma dello zio che era in viaggio all’estero e l’aveva lasciata alla nipote per custodirla.

L’uomo, un dominicano di 37 anni, difeso dall’avvocato Gaetano Figoli, è sotto processo perché “con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, in tempi divrsi, al fine di trarne profitto per sé o per altri” avrebbe “indebitamente utilizzato non essendone titolare” il bancomat che lo zio della moglie (dell’imputato) le avrebbe lasciato in custodia durante una vacanza all’estero.

L’imputato avrebbe utilizzato la carta magnetica in tabaccheria e in centro scommesse per effettuare 8 pagamenti, da un massimo di 300 ad un minimo di 60 euro, in appena due giorni. Prima che la donna si accorgesse della sottrazione dle bancomat e lo zio controllasse l’estratto conto, scoprendo un ammanco di 1.220 euro. Da qui il processo per indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba il bancomat allo zio della moglie per pagare le scommesse, 37enne nei guai

PerugiaToday è in caricamento