Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Inseguimento, botte e sediate tra giovani: in due a giudizio per una rissa in piazza IV Novembre

L'episodio a settembre del 2020. La Polizia aveva fermato due persone, tutti gli altri partecipanti erano fuggiti per i vicoli della città

Due giovani sotto processo per la rissa avvenuta a settembre del 2020 in piazza IV Novembre. In quell’occasione era intervenuta la polizia di Perugia a seguito di una discussione tra giovani che era sfociata in un tafferuglio. All'arrivo degli agenti, però, scattato il fuggi fuggi, con i poliziotti che erano riusciti a bloccare due dei partecipanti.

I due giovani italiani, residenti in Umbria, un 27enne incensurato e di un 26enne con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, uno dei quali difeso dall’avvocato Leonardo Orilio, avevano reagito spintonando gli agenti per tentare di scappare.

Denunciati per rissa e resistenza a pubblico ufficiale e multati per inottemperanza all’obbligo di indossare la mascherina, si troveranno davanti al giudice per l’udienza preliminare ad aprile del 2022. Alla rissa avevano partecipato altre persone che non sono state identificate.

Secondo alcuni testimoni il tutto sarebbe nato sulle scalette del duomo di Perugia, coinvolgendo un gruppo di stranieri e un altro di ragazzi italiani. Durante la rissa un soggetto, non identificato, aveva cercato di prendere una sedia di ferro per scagliarla contro il suo avversario, ma la sedia era legata con la catena al tavolino di uno dei bar già chiusi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inseguimento, botte e sediate tra giovani: in due a giudizio per una rissa in piazza IV Novembre

PerugiaToday è in caricamento