rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Baby rapinatori, il giudice per le indagini preliminari ne spedisce uno in comunità e due ai domiciliari

I tre minorenni sono stati arrestati dalla Polizia dopo che avevano rapinato e picchiato un 18enne e un suo amico ai quali avevano dato appuntamento tramite i social per la vendita di sigarette elettroniche

Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale per i minorenni ha accolto le richieste di misure cautelari della Procura nei confronti di tre minorenni che sabato notte sono stati arrestati dal personale dalla Polizia di Stato per il reato di concorso in rapina pluriaggravata.

I tre minorenni, secondo l'accusa, avrebbero aggredito e rapinato un ragazzo di diciotto anni, ferendo anche l’amico che era intervenuto in suo soccorso. L'episodio è avvenuto nel parcheggio della scuola elementare di San Martino in Colle. Uno dei tre avrebbe contattato il 18enne sui social e concordato un appuntamento per la vendita di alcune sigarette elettroniche. Quando il ragazzo è arrivato i tre lo hanno aggredito alle spalle, picchiandolo con calci, pugni e un casco. Poi gli hanno preso il portafogli e le sigarette elettroniche. I tre minorenni hanno provato a scappare, ma due poliziotti fuori servizio sono intervenuti e li hanno bloccati.

In ragione della gravità dell’episodio, Flaminio Monteleone, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni, ha fatto richiesta di applicazione della misura cautelare del collocamento in comunità per uno dei giovani e della misura cautelare della permanenza presso la propria abitazione per gli altri due indagati.

Richiesta che il gip ha accolto, applicando le misure cautelari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby rapinatori, il giudice per le indagini preliminari ne spedisce uno in comunità e due ai domiciliari

PerugiaToday è in caricamento