menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fa dare un passaggio, lo porta in una stradina isolata e lo rapina: trans arrestata

Il fatto è avvenuto lo scorso giugno. L'uomo sarebbe stato minacciato anche un coltello, prima di essere rapinato. Per l'indagata il gip ha emesso la misura cautelare del carcere

E' finita in carcere per rapina aggravata e lesioni personali una transessuale di 37 anni, responsabile - secondo le indagini coordinate dalla procura di Perugia - del fattaccio accaduto lo scorso 15 giugno ai danni di un uomo che gli aveva offerto un passaggio in auto. Mediante minaccia di un coltello e dopo avergli fatto imboccare una strada non asfaltata e isolata nei pressi di Madonna Alta, si sarebbe impossessata di 160 euro non prima di avergli assestato uno schiaffo al volto e minacciandolo di spaccare l'auto con un bastone se solo avesse avvertito polizia o carabinieri. Tutto questo, non prima di averlo minacciato con un coltello.

La vittima riporterà lievi ferite, giudicate guaribili in pochi giorni. Nell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Lidia Brutti e notificata a carico dell'indagata dai carabinieri di San Sisto, emerge come abbia "approfittato di circostanze che ponevano la persona offesa in una condizione limitante la sua capacità di difesa, conducendolo con il pretesto di un passaggio fino a casa,in un luogo isolato". L'indagata - difeso dall'avvocato Gianni Dionigi -(in foto) Avvocato Gianni Dionigi-2è stata accompagnata in carcere, a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento