Cronaca

Omicidio Polizzi, condannata la ex di Valerio Menenti per falsa testimonianza

La giovane ha patteggiato la condanna a un anno e 4 mesi di reclusione per falsa testimonianza nel processo per l'omicidio di Alessandro Polizzi

Falsa testimonianza, è questa l’accusa mossa contro la ex fidanzata di Valerio Menenti, condannato per l’omicidio di Alesssandro Polizzi avvenuto a Madonna Alta il 23 marzo del  2013. Il gup Valerio D’Andria ha accolto l’istanza di patteggiamento ad un anno e 4 mesi di reclusione (pena sospesa) per la giovane 25enne, concordata fra il legale Michele Nannarone il pm Gemma Miliani. 

Durante una testimonianza dinanzi alla Corte d’Assise di Perugia per il processo di Valerio e del padre Riccardo (condannati in appello a 18 anni il primo, e all’ergastolo il secondo), la giovane avrebbe infatti riferito ai giudici spostamenti poi risultati non veritieri, dichiarando di essere tornata intorno alle 13 del 23 marzo 2013 (nelle ore antecedenti l'omicidio) all'ospedale dove Valerio era ricoverato e di essere rimasto in sua compagnia per l'intero pomeriggio, "andando così in contrasto con altri elementi oggettivi del giudizio". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Polizzi, condannata la ex di Valerio Menenti per falsa testimonianza

PerugiaToday è in caricamento